Zio Cilormo, la storia del guaritore di Arbatax
Condividi con i tuoi amici

Zio Cilormo, l'uomo che guariva con lo sputo

Punto di Ristoro San Salvatore Tortolì

Girolamo Silverio Calisi, conosciuto da tutti come Zio Cilormo, nasce a Ponza il 20 giugno del 1914, ma visse quasi tutta la sua vita in Sardegna.

Zio Cilormo arrivò in Sardegna, ad Arbatax, da ragazzino, all’età di 13 anni e qui condusse una vita semplice, diventando negli anni un esperto pescatore e uno tra i più conosciuti guaritori sardi.

ZIO CILORMO, IL GUARITORE DI ARBATAX

Zio Cilormo scoprì il suo dono nel 1930, in seguito a un incidente capitato ad un suo amico e collega pescatore, Giuseppe Piras noto come Peppineddu, la prima persona guarita da Zio Cilormo.

Peppineddu, mentre pescavano, fu punto da una tracina che gli provocò una brutta ferita e un gran dolore, tanto che le sue grida sembravano non avere una fine. 

Cilormo decide quindi di intervenire, ma non sapendo bene cosa fare, istintivamente sputa sul piede centrando la ferita e miracolosamente Peppineddu guarisce e non sente più dolore.

Il giorno dopo la notizia inizia a spargersi in tutti i paesi vicini e in poco tempo Zio Cilormo diventa il guaritore di Arbatax.

CILORMO, L’UOMO CHE GUARIVA CON LO SPUTO

Dopo quell’episodio, la vita di Girolamo Silverio Calisi cambia inevitabilmente, e le persone iniziano ad arrivare nella sua casa chiedendo di essere curate.

Con il tempo diventerà per tutti Zio Cilormo, lui e il suo dono saranno conosciuti anche oltremare. Negli anni, tante persone provenienti da ogni parte del mondo, sono arrivate in Sardegna per farsi curare da Zio Cirolamo, gente comune, ma anche persone importanti e perfino medici, sono stati guariti da Zio CIlormo.

Sul web, sui giornali e riviste di qualche decennio fa, si trovano diverse testimonianze di persone che sono guarite da Zio Cilormo.  Anche alcuni programmi Rai e TG hanno dedicato dei servizi al guaritore di Arbatax.

Zio Cilormo, grazie al suo dono, che diceva di aver ereditato da sua madre, curava diverse malattie cutanee, come ustioni, verruche, piaghe e anche il fuoco di Sant’Antonio. Ha guarito tante persone affidandosi al suo dono, Zio Cilormo, bagnava con la sua saliva le zone da trattare e accompagnava i suoi “trattamenti” con alcuni gesti rituali come il segno della croce e delle preghiere.

Un metodo semplice, tra cui anche i più scettici che si sono recati da lui personalmente per farsi curare, hanno dovuto accettare, perché non si sa come ne perché le persone guarivano in poco tempo, solitamente dopo 3 sedute.

Video – Adriano Romano

Cilormo non ha mai chiesto compensi, le persone guarite le portavano qualche dono per ringraziarlo, prevalentemente generi alimentari.

Zio Cilormo è morto ad Arbatax all’età di 94 anni, povero e umile, esattamente come è stato per tutta la sua vita trascorsa nella sua casa rosa, sempre pronto ad aiutare il prossimo.

Qualche anno fa per onorare la sua memoria gli è stata dedicata una piazza ad Arbatax, “Piazza Silverio Calisi”, ma il suo ricordo resterà per sempre vivo grazie alle tantissime testimonianze e alle persone che lo hanno conosciuto. 

Unisciti al nostro nuovo canale Whatsapp – Entra

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici.
Per non perderti le prossime novità attiva la campanella delle notificheseguici sui nostri canali social.

sardegna da scoprire

La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La Foresta di Girgini a Desulo
La Foresta di Girgini a Desulo
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Arco dei Baci a Sant’Antioco
Arco dei Baci a Sant’Antioco

sardegna in tavola

Il pecorino più grande al mondo è sardo, il “Gigante del Cedrino”
Il pecorino più grande al mondo è sardo, il “Gigante del Cedrino”
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
“Su mazzamurru” tra i 243 “PAT” sardi
“Su mazzamurru” tra i 243 “PAT” sardi
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
La patata ‘e moro, prelibatezza tipica di Scano di Montiferro
La patata ‘e moro, prelibatezza tipica di Scano di Montiferro
“Su Sparau”, l’asparago selvatico sardo, uno dei “PAT” della Sardegna
“Su Sparau”, l’asparago selvatico sardo, uno dei “PAT” della Sardegna
Su Zichi, alla scoperta del pane tipico di Bonorva
Su Zichi, alla scoperta del pane tipico di Bonorva
La cipolla dorata di Banari, una bontà made in Sardegna
La cipolla dorata di Banari, una bontà made in Sardegna
Su Trigu Cottu e Sa Candelaria – 2 antiche tradizioni sarde per Capodanno
Su Trigu Cottu e Sa Candelaria – 2 antiche tradizioni sarde per Capodanno
Idee menù per la vigilia di Natale in Sardegna
Idee menù per la vigilia di Natale in Sardegna
Il pane capovolto a tavola, ecco i motivi per cui non si fa
Il pane capovolto a tavola, ecco i motivi per cui non si fa
Andarinos di Usini – Un’antica bontà made in Sardegna
Andarinos di Usini – Un’antica bontà made in Sardegna
Su callu ‘e crabittu, il Re sardo di tutti i formaggi
Su callu ‘e crabittu, il Re sardo di tutti i formaggi
Selargius, terra di Tappara e Tapparono
Selargius, terra di Tappara e Tapparono
Carciofo sardo, come riconoscere quello fresco
Carciofo sardo, come riconoscere quello fresco
Marasau, Carasau impastato con l’acqua di mare, primo e unico
Marasau, Carasau impastato con l’acqua di mare, primo e unico
“Su filindeu”, la pasta più rara al mondo “figlia di Dio”
“Su filindeu”, la pasta più rara al mondo “figlia di Dio”
Pane carasau, le 8 fasi del rito familiare “Sa Cotta”
Pane carasau, le 8 fasi del rito familiare “Sa Cotta”

MITI E LEGGENDE

Le Panas e la leggenda dei 7 anni di condanna dopo la morte
Le Panas e la leggenda dei 7 anni di condanna dopo la morte
“Sa gruta de is malis” una vecchia leggenda di Isili
“Sa gruta de is malis” una vecchia leggenda di Isili
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Sa Mama e su bentu, una leggenda sarda legata al vento
Sa Mama e su bentu, una leggenda sarda legata al vento
La Grotta dei colombi e la leggenda del fantasma di Dais
La Grotta dei colombi e la leggenda del fantasma di Dais
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
Bolotana e la leggenda delle Sinigogas nella chiesa di San Bachisio
Bolotana e la leggenda delle Sinigogas nella chiesa di San Bachisio
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
Il misterioso bambino fantasma del Lazzaretto di Cagliari
Il misterioso bambino fantasma del Lazzaretto di Cagliari
La leggenda sarda de “Sa Giobiana”, la vecchina temuta dalle tessitrici
La leggenda sarda de “Sa Giobiana”, la vecchina temuta dalle tessitrici
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria
La leggenda sarda di Sant’Antoni ‘e su fogu
La leggenda sarda di Sant’Antoni ‘e su fogu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *