La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
Condividi con i tuoi amici

La Casa della Contessa, una spettrale villa abbandonata a Costa Rei

Hair Desire

La Casa della Contessa, è una grande villa abbandonata che si trova nel comune di Muravera, sul promontorio che sovrasta Costa Rei, abbastanza isolata e lontana dalle altre case del centro abitato, ma comunque facilmente raggiungibile. 

La Casa della Contessa è uno dei tanti luoghi della Sardegna, che raccontano di vecchi misteri e leggende, ma è anche un luogo dove, in un tempo non troppo lontano, si potevano ammirare la bellezza e il lusso di una delle abitazioni più antiche del territorio di Costa Rei.

Non fu, come alcuni affermano, la prima costruzione nel territorio di Costa Rei, infatti secondo la testimonianza diretta del costruttore di Costa Rei, l’imprenditore belga Guido Van Alphen, le prime abitazioni furono costruite nel primo triennio degli anni 60, mentre i
200 ettari di terreno a Monte Nai, dove in seguito fu edificata la Casa della Contessa furono acquistati nel 1965.

Ad oggi si trova in uno stato di totale abbandono, avvolta dalla vegetazione che, senza la cura dell’uomo, cresce e si propaga tra le mura, all’esterno e all’interno della casa. Negli anni, diverse parti della struttura sono crollate a causa dell’incuria, ma non solo, gli atti di vandalismo all’interno della villa non si contano, infatti quasi ogni angolo delle pareti è stato ricoperto da murales, graffiti e scritte di ogni genere.

Questo stato di trascuratezza ha tolto molto alla Casa della Contessa, in termini di valore e bellezza strutturale, ma ha altrettanto aggiunto quel tocco di mistero e quell’aspetto tetro che la rendono un luogo adatto per gli appassionati di urbex o per chiunque ami le storie e le leggende di fantasmi.

La Casa della Contessa, conosciuta anche come Villa della Contessa ha una storia assai travagliata, deve il suo nome alla sua vecchia proprietaria, una donna misteriosa di cui in generale non si hanno informazioni certe, ma solo informazioni giunte da voci e storie che si sono tramandate negli anni. 

Anche sotto questo aspetto, l’unica informazione che possiamo dare per certa, arriva dalla testimonianza di Guido Van Alphen. Secondo quanto ci dice l’imprenditore belga, la Baronessa Gendebien (quindi non Contessa) era la moglie di un comandante della
Sabena, la defunta società aerea belga, e che i coniugi abitassero nel sud del Belgio, nella Wallonia.

Secondo altre teorie, si dice che la Contessa fosse una giovane donna originaria del nord Italia, molto bella e molto ricca, che in seguito alla morte del marito decise di venire ad abitare nella villa in Sardegna insieme a suo figlio. La Contessa cercò in questo modo di sfuggire al suo dolore, ma purtroppo la sua vita fu travolta da un’altra terribile disgrazia, la morte del suo unico figlio che la segnò per sempre e che fu anche il principio della nascita dei misteri e delle leggende che si raccontano sulla villa.

Esistono diverse versioni sulla morte del figlio della Contessa, si dice che il giovane morì in seguito a un incidente stradale, ma secondo un’altra versione più macabra, il giovane morì affogato all’interno della piscina della villa.

Quale sia la verità sua questa tragica morte non lo scopriremo mai, ma si dice che la Contessa dopo la morte del figlio sia misteriosamente scomparsa abbandonando per sempre la casa. Alcuni raccontano che tra le stanze abbandonate della villa si aggiri ancora il suo fantasma e che si possano udire dei lamenti simili al pianto disperato di una donna.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra

Come arrivare alla Casa della Contessa

Tradizioni della sardegna

Su Parastaggiu, l’antica piattaia sarda
Su Parastaggiu, l’antica piattaia sarda
Idee menù per la vigilia di Natale in Sardegna
Idee menù per la vigilia di Natale in Sardegna
Su Fastigiu, c’era una volta il corteggiamento in Sardegna
Su Fastigiu, c’era una volta il corteggiamento in Sardegna
Su ballu ‘e s’arza – La danza curativa delle 21 donne
Su ballu ‘e s’arza – La danza curativa delle 21 donne
Il pane capovolto a tavola, ecco i motivi per cui non si fa
Il pane capovolto a tavola, ecco i motivi per cui non si fa
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Andarinos di Usini – Un’antica bontà made in Sardegna
Andarinos di Usini – Un’antica bontà made in Sardegna
“Manos de Fainas pro s’affidu”, riti del matrimonio Ittirese anni ’50
“Manos de Fainas pro s’affidu”, riti del matrimonio Ittirese anni ’50
Halloween in Sardegna, tradizioni antiche per la notte dei morti e delle anime
Halloween in Sardegna, tradizioni antiche per la notte dei morti e delle anime
S’Istrumpa, tutto ebbe inizio dai pastori
S’Istrumpa, tutto ebbe inizio dai pastori
Sa Musicada, tradizioni e usanze del corteggiamento in Sardegna
Sa Musicada, tradizioni e usanze del corteggiamento in Sardegna
“Sa Berritta”, la storia del copricapo simbolo della Sardegna
“Sa Berritta”, la storia del copricapo simbolo della Sardegna
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
La magica notte di San Giovanni – In Sardegna i riti dell’acqua e del fuoco
La magica notte di San Giovanni – In Sardegna i riti dell’acqua e del fuoco
72esima Cavalcata sarda, festa sassarese ricca di storia e tradizione
72esima Cavalcata sarda, festa sassarese ricca di storia e tradizione
Pellegrinaggio Sinnai – Bonaria 2023, riprende il cammino dei fedeli
Pellegrinaggio Sinnai – Bonaria 2023, riprende il cammino dei fedeli
Su Nenniri – Riti e tradizioni di Pasqua in Sardegna
Su Nenniri – Riti e tradizioni di Pasqua in Sardegna
“Su carr’e Nannai”, la leggenda del carro terrificante
“Su carr’e Nannai”, la leggenda del carro terrificante
Su mortu mortu – La festa dei morti in Sardegna
Su mortu mortu – La festa dei morti in Sardegna

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici.
Per non perderti le prossime novità attiva la campanella delle notificheseguici sui nostri canali social.

lo sapevi che…

La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Su Pisitu aresti, il gatto selvatico sardo raro e bellissimo
Su Pisitu aresti, il gatto selvatico sardo raro e bellissimo
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La leggenda sarda di San Valentino “Su Para e Sa Mongia”
La leggenda sarda di San Valentino “Su Para e Sa Mongia”
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
Il Quercino sardo, piccolo roditore endemico della Sardegna
Il Quercino sardo, piccolo roditore endemico della Sardegna
In Sardegna, la bellezza spontanea dell’Orchidea Aresti
In Sardegna, la bellezza spontanea dell’Orchidea Aresti
Il Ragno Nuragico, scoperto 10 anni fa e finora avvistato solo in Sardegna
Il Ragno Nuragico, scoperto 10 anni fa e finora avvistato solo in Sardegna
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Franca Dallolio, prima Miss Italia sarda della storia
Franca Dallolio, prima Miss Italia sarda della storia
L’Argia, il “ragno del demonio” vive anche in Sardegna
L’Argia, il “ragno del demonio” vive anche in Sardegna
2 febbraio – La festa de Sa Candelora in Sardegna
2 febbraio – La festa de Sa Candelora in Sardegna
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Erica arborea – Una pianta molto usata in Sardegna, ecco perché
Erica arborea – Una pianta molto usata in Sardegna, ecco perché
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Sa Manufica – Potente amuleto di corallo e argento molto usato in Sardegna
Sa Manufica – Potente amuleto di corallo e argento molto usato in Sardegna
“Forza Gigi Riva” nel 70 la canzone di Raffaella Carrà dedicata a Gigi Riva
“Forza Gigi Riva” nel 70 la canzone di Raffaella Carrà dedicata a Gigi Riva
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *