Le capre dai denti d'oro di Tavolara
Condividi con i tuoi amici

Le capre dai denti d'oro, selvatiche e indipendenti, abitano sull'isola da tempi molto lontani

Secret Tattoo Olbia

Le famose capre dai denti d’oro erano conosciute già alla fine del 1700. La storia di questi straordinari animali selvatici che abitavano la Sardegna, ha viaggiato per lunghi anni oltremare, attraverso i racconti di chi in quei tempi ha avuto la fortuna di incontrarle da vicino.

La storia delle capre dai denti d’oro è accompagnata da un’altra storia, e al giorno d’oggi potrebbero apparire come delle leggende, ma i fatti che raccontiamo in questo articolo sono assolutamente reali e documentati.

Le capre dai denti d’oro si trovavano in una zona specifica della Sardegna, per l’esattezza sull’isola di Tavolara quando ancora era disabitata, vivevano quindi pacificamente allo stato brado.

Si presume che a scoprire questa particolarità fu Giuseppe Bertoleoni, che arrivato da Genova all’arcipelago de La Maddalena, insieme alla sua famiglia, si avventurò nell’esplorazione delle isole più a nord, approdando per primo a Tavolara.

Tavolara del tutto disabitata, nella sua bellezza selvaggia gli parve perfetta in ogni dettagli, un vero e proprio paradiso per lui e la sua famiglia, tanto che decise di stabilirsi lì e farne la sua nuova dimora.

La famiglia Bertoleoni fece dell’isola di Tavolara la propria casa, ma non solo, Giuseppe Bertoleoni in qualità di capostipite, si autoproclamò proprietario e Re di Tavolara, dotando il suo piccolo regno di stemma e bandiera. 

Una volta stabilitosi, l’uomo iniziò a dedicarsi all’allevamento delle capre presenti sull’isola, notando la loro inaspettata e sorprendente peculiarità, i denti di colore giallo, molto simile all’oro. 

In seguito, scoprì che la particolare colorazione dei denti era dovuta alla loro alimentazione, gli animali infatti, vivendo in libertà erano soliti nutrirsi di elicriso e altre erbe particolari presenti nell’isola.

Da qui nasce la storia delle capre dai denti d’oro, che giunse anche alle orecchio del Re di Sardegna Carlo Alberto di Savoia, che nel 1839 giunse a Tavolara in occasione di una battuta di caccia all muflone.

Ad accoglierlo fu il figlio maggiore di Giuseppe, Paolo Bertoleoni. Giuseppe lo accolse presentandosi come Re di Tavolara, e tra i due si strinse una sincera e leale amicizia.

Fu in quell’occasione che il Re Carlo Alberto nominò ufficialmente Giuseppe Re di Tavolara, e ufficializzò l’isola come suo regno, attraverso una pergamena scritta a mano andata perduta nel tempo.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 

I Bertoleoni, la famiglia reale di Tavolara
I Bertoleoni, la famiglia reale di Tavolara

Lo sapevi che…

La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Su Pisitu aresti, il gatto selvatico sardo raro e bellissimo
Su Pisitu aresti, il gatto selvatico sardo raro e bellissimo
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La leggenda sarda di San Valentino “Su Para e Sa Mongia”
La leggenda sarda di San Valentino “Su Para e Sa Mongia”
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
Il Quercino sardo, piccolo roditore endemico della Sardegna
Il Quercino sardo, piccolo roditore endemico della Sardegna
In Sardegna, la bellezza spontanea dell’Orchidea Aresti
In Sardegna, la bellezza spontanea dell’Orchidea Aresti
Il Ragno Nuragico, scoperto 10 anni fa e finora avvistato solo in Sardegna
Il Ragno Nuragico, scoperto 10 anni fa e finora avvistato solo in Sardegna
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Franca Dallolio, prima Miss Italia sarda della storia
Franca Dallolio, prima Miss Italia sarda della storia
L’Argia, il “ragno del demonio” vive anche in Sardegna
L’Argia, il “ragno del demonio” vive anche in Sardegna
2 febbraio – La festa de Sa Candelora in Sardegna
2 febbraio – La festa de Sa Candelora in Sardegna
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Erica arborea – Una pianta molto usata in Sardegna, ecco perché
Erica arborea – Una pianta molto usata in Sardegna, ecco perché
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Sa Manufica – Potente amuleto di corallo e argento molto usato in Sardegna
Sa Manufica – Potente amuleto di corallo e argento molto usato in Sardegna
“Forza Gigi Riva” nel 70 la canzone di Raffaella Carrà dedicata a Gigi Riva
“Forza Gigi Riva” nel 70 la canzone di Raffaella Carrà dedicata a Gigi Riva
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria

modi di dire, detti e proverbi sardi

Sa roba po certai, l’abbigliamento sardo per litigare
Sa roba po certai, l’abbigliamento sardo per litigare
Cosa vuol dire Mutziga surda, curioso modo di dire sardo
Cosa vuol dire Mutziga surda, curioso modo di dire sardo
Su tasinanta – Esiste solo in Sardegna e solo i sardi sanno cos’è
Su tasinanta – Esiste solo in Sardegna e solo i sardi sanno cos’è
Fai beni e bai in galera – Detti e proverbi sardi
Fai beni e bai in galera – Detti e proverbi sardi
Marrano a… Il guanto di sfida dei sardi
Marrano a… Il guanto di sfida dei sardi
Cosa vuol dire “Giai ses a frori” – Detti e proverbi sardi
Cosa vuol dire “Giai ses a frori” – Detti e proverbi sardi
Detti e proverbi sardi – Ecco cosa vuol dire “Est a culu trottu”
Detti e proverbi sardi – Ecco cosa vuol dire “Est a culu trottu”
“Is fillus de anima”, la vera solidarietà che non c’é più
“Is fillus de anima”, la vera solidarietà che non c’é più
Cosa vuol dire in sardo “Accabonu mannu” – Detti e proverbi sardi
Cosa vuol dire in sardo “Accabonu mannu” – Detti e proverbi sardi
Color ‘e pulixi – Una singolare tonalità di colore in Sardegna
Color ‘e pulixi – Una singolare tonalità di colore in Sardegna
Pagu genti, bona festa – Detti e proverbi sardi
Pagu genti, bona festa – Detti e proverbi sardi
Colori ‘e cani fuendi – Il colore indefinibile che tutti i sardi conoscono
Colori ‘e cani fuendi – Il colore indefinibile che tutti i sardi conoscono
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
“Centu concas, centu berrittas” identità di un popolo – Detti e proverbi sardi
“Centu concas, centu berrittas” identità di un popolo – Detti e proverbi sardi
“Is fillus de anima”, la vera solidarietà che non c’é più
“Is fillus de anima”, la vera solidarietà che non c’é più
Un pensiero su “Le capre dai denti d’oro in Sardegna, esistevano veramente”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *