Isola di Molara - In Sardegna un angolo di paradiso selvaggio
Condividi con i tuoi amici

Molara, alla scoperta della sorella minore di Tavolara

trattoria rossi olbia

L’isola di Molara, sorella minore dell’isola di Tavolara e uno tra i più belli e apprezzati angoli di paradiso della Sardegna.

Molara è un’isola situata nel nord-orientale della Sardegna, proprio davanti a Tavolara che dista circa 4 km, entrambe fanno parte insieme a Molarotto, la penisola di Punta Coda Cavallo e altri scogli e isolotti minori, dell’Area marina protetta Tavolara – Punta Coda Cavallo, riconosciuta anche come area ASPIM (area specialmente protetta d’importanza mediterranea).

Come tutte le isole intorno alle Sardegna, anche Molara si può definire un piccolo paradiso terreste, oggi di proprietà privata, totalmente deserta e incontaminata.

L’isola è raggiungibile solo via mare, con l’ausilio di escursioni e visite guidate, sull’isola stessa ha infatti sede l’Associazione Molara, alla quale ci si può rivolgere proprio per visitare l’isola.

L’origine del nome, risalente ad epoca medievale, è probabilmente dovuto alla sua forma, tondeggiante e uniforme simile proprio ad una mola.

Sull’isola sono presenti i resti di una chiesa medievale, intitolata a San Ponziano, si dice infatti che Papa Ponziano fosse stato esiliato a Molara nel 1235 insieme al prete Ippolito, teoria smentita dallo storico e umanista Giovanni Giovanni Francesco Fara, che indica come luogo dell’esilio l’Isola di Tavolara.

Nei pressi della chiesa, si trovano anche i resti di un centro abitato medievale e più a monte di un castello, e come attestato da alcune fonti, sull’isola durante il XV secolo, sorgeva un monastero femminile.

Oltre che un viaggio nella storia medievale, Molara offre un’infinita d bellezze naturalistiche, marine e terrestri.

A partire dalle divine Piscine naturali di Molara, specchi d’acqua cristallina circondati da scogli di granito, meta ideale per chi ama praticare snorkeling, o immersioni. Pronta a stupire anche la scultura naturale modellata dal vento e dal mare, dello scoglio del dinosauro.

L’isola di Molara, nonostante il suo aspetto aspro e selvaggio, presenta varie sorgenti perenni, ed è ricca  di vegetazione e diversi animali allo stato brado. Ti troverai circondato da una fitta macchia mediterranea, e potrai riposare all’ombra di olivastri secolari, lentischi e cisto.

Non è improbabile che ti sentirai scrutato dagli sguardi curiosi di vacche e capre che vivono libere. Ti potrà capitare anche di scorgere il rarissimo gabbiano corso e il falco pellegrino, specie che nidificano sull’isola.

L’isola di Molara è un sogno ad occhi aperti, una vera e propria perla da scoprire. 

Unisciti al nostro nuovo canale Whatsapp – Entra

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici.
Per non perderti le prossime novità attiva la campanella delle notificheseguici sui nostri canali social.

Come arrivare all'isola di Molara

Lo sapevi che…

La Divina Commedia in sardo, un capolavoro di Pietro Casu
La Divina Commedia in sardo, un capolavoro di Pietro Casu
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
Lo Spuligadentes – Curioso gioiello e amuleto sardo
Lo Spuligadentes – Curioso gioiello e amuleto sardo
Sa Genti Arrubia, l’altro popolo della Sardegna
Sa Genti Arrubia, l’altro popolo della Sardegna
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
Il Dogo Sardo – Storia e caratteristiche dell’antico cane sardo
Il Dogo Sardo – Storia e caratteristiche dell’antico cane sardo
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
Samuele Stochino, la Tigre d’Ogliastra – Storia di un soldato diventato bandito
Samuele Stochino, la Tigre d’Ogliastra – Storia di un soldato diventato bandito
Le gemelle Pierangeli, dive del cinema anni ’50 nate a Cagliari
Le gemelle Pierangeli, dive del cinema anni ’50 nate a Cagliari
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
La pernice sarda, vita e segreti di una specie protetta
La pernice sarda, vita e segreti di una specie protetta
Le cascate di Sos Molinos, nel cuore del Montiferru
Le cascate di Sos Molinos, nel cuore del Montiferru
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
La famiglia Sodder, dalla Sardegna all’America, un caso mai risolto
La famiglia Sodder, dalla Sardegna all’America, un caso mai risolto
Su Coccu – Un famosissimo amuleto sardo contro il malocchio
Su Coccu – Un famosissimo amuleto sardo contro il malocchio
Il Tasso: “l’albero della morte” in Sardegna, può essere letale
Il Tasso: “l’albero della morte” in Sardegna, può essere letale
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Cos’è “l’Atalanta” per i cagliaritani? ecco cosa significa l’Atalanta in Sardegna
Cos’è “l’Atalanta” per i cagliaritani? ecco cosa significa l’Atalanta in Sardegna

modi di dire, detti e proverbi sardi

Cos’è “l’Atalanta” per i cagliaritani? ecco cosa significa l’Atalanta in Sardegna
Cos’è “l’Atalanta” per i cagliaritani? ecco cosa significa l’Atalanta in Sardegna
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Avere “brutta voglia”, un modo di dire usato solo in Sardegna
Avere “brutta voglia”, un modo di dire usato solo in Sardegna
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
La cingomma in Sardegna, e tutti gli altri nomi del chewing gum
La cingomma in Sardegna, e tutti gli altri nomi del chewing gum
Sa roba po certai, l’abbigliamento sardo per litigare
Sa roba po certai, l’abbigliamento sardo per litigare
Cosa vuol dire Mutziga surda, curioso modo di dire sardo
Cosa vuol dire Mutziga surda, curioso modo di dire sardo
Su tasinanta – Esiste solo in Sardegna e solo i sardi sanno cos’è
Su tasinanta – Esiste solo in Sardegna e solo i sardi sanno cos’è
Fai beni e bai in galera – Detti e proverbi sardi
Fai beni e bai in galera – Detti e proverbi sardi
Marrano a… Il guanto di sfida dei sardi
Marrano a… Il guanto di sfida dei sardi
Cosa vuol dire “Giai ses a frori” – Detti e proverbi sardi
Cosa vuol dire “Giai ses a frori” – Detti e proverbi sardi
Detti e proverbi sardi – Ecco cosa vuol dire “Est a culu trottu”
Detti e proverbi sardi – Ecco cosa vuol dire “Est a culu trottu”
“Is fillus de anima”, la vera solidarietà che non c’é più
“Is fillus de anima”, la vera solidarietà che non c’é più
Cosa vuol dire in sardo “Accabonu mannu” – Detti e proverbi sardi
Cosa vuol dire in sardo “Accabonu mannu” – Detti e proverbi sardi
Color ‘e pulixi – Una singolare tonalità di colore in Sardegna
Color ‘e pulixi – Una singolare tonalità di colore in Sardegna
Pagu genti, bona festa – Detti e proverbi sardi
Pagu genti, bona festa – Detti e proverbi sardi
Colori ‘e cani fuendi – Il colore indefinibile che tutti i sardi conoscono
Colori ‘e cani fuendi – Il colore indefinibile che tutti i sardi conoscono
“Centu concas, centu berrittas” identità di un popolo – Detti e proverbi sardi
“Centu concas, centu berrittas” identità di un popolo – Detti e proverbi sardi
“Is fillus de anima”, la vera solidarietà che non c’é più
“Is fillus de anima”, la vera solidarietà che non c’é più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *