Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Condividi con i tuoi amici

Su Pundacciu, folletto sardo goffo e dispettoso, con un unico punto debole

Hair Desire

Su Pundacciu è una creatura delle leggende sarde, un folletto per la precisione, dispettoso, goffo e avaro custode di tesori nascosti.

Su Pundacciu è uno dei pochi personaggi delle leggende sarde, che non incutono terrore. Il suo scopo infatti, è quello di infastidire e tormentare le persone disturbandole mentre dormono, abbastanza simile per certi versi alla figura de S’Ammutadori o de Su Amantadori, anche loro entrambi creature che inquietano le notti e il sonno delle loro vittime.

Su Pundacciu, conosciuto anche come Matzamurreddu, Moscazzu è una creatura sostanzialmente innocua, ma particolarmente fastidiosa. Anche il suo aspetto fisico non rievoca sensazioni macabre o in generale di paura e terrore, questo infatti viene descritto come un folletto di bassa statura, goffo e grassoccio, ma che a dispetto della sua fisicità sembrerebbe essere agile, scattante e velocissimo oltre che un abile mutaforma.

Durate i suoi spostamenti si muove rapido, quasi senza toccare poggiare i piedi sul terreno, sfrecciano nei boschi e sulle superfici d’acqua, evitando prontamente qualsiasi ostacolo incontri nel suo cammino. Si posa, leggero come una piuma su qualsiasi superficie, che siano rami di alberi, scogli o tetti e ha la capacità di apparire e scomparire all’improvviso, presentandosi sotto qualsiasi forma.

La leggenda narra, che Su Pundacciu durante il giorno se ne stia ben nascosto in luoghi sconosciuti, circondato dai suoi tesori che custodisce con avarizia e che vaghi nella notte in cerca di vittime da disturbare e tormentare.

Si diverte infatti a tormentare le sue vittime sedendosi sul loro petto o sulla loro pancia mentre dormono supine, per questo motivo viene spesso confuso con s’Ammutadori, anche se non ha nulla a che vedere con questa particolare figura, protagonista di una tra le più terrificanti leggende sarde.

Un altro dei suoi appellattivi è Baottu de setti berrittas, che tradotto vuol dire folletto dalle sette berrette, questo nome riconduce al suo unico punto debole, ovvero le sue 7 berrette così tanto preziose per lui per un motivo ben preciso. La leggenda narra che se qualcuno riesce a sottrarre anche solo una delle berrette, Su Pundacciu sarà costretto a rivelare dove nasconde i suoi tesori.

Non è comunque cosa semplice carpire queste informazioni, perché lui tenterà in ogni modo di impietosire o comprare il suo sfidante, con pianti disperati e promesse di ogni bene. Solo chi riesce a resistere ai suoi tentativi di persuasione può riuscire a  scoprire il suo prezioso nascondiglio.

Secondo alcuni racconti, solo poche persone sono riuscite in questo intento e a resistere ai disperati tentativi de Su Pundacciu per riavere la sua berretta. Un pastore dopo avergli sottratto la berretta, per non cedere al folletto la gettò nel fuoco, togliendo così ogni speranza di riconquista e sconfiggendo Su Pundacciu. Un bambino di Isili invece, riuscì a farsi consegnare un tesoro utilizzando un metodo inusuale, il ragazzino gettò al collo del folletto un rosario riuscendo a farsi rivelare il suo prezioso segreto.

Sardegna tra storia e archeologia

La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Palmavera, il complesso nuragico ad Alghero
Palmavera, il complesso nuragico ad Alghero
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Il Tempio di monte d’Accoddi, un simil-ziqqurat unico in Europa
Il Tempio di monte d’Accoddi, un simil-ziqqurat unico in Europa
Domus de Janas candidate a patrimonio mondiale dell’umanità
Domus de Janas candidate a patrimonio mondiale dell’umanità
Villaurbana, un villaggio nuragico riemerge dalla terra
Villaurbana, un villaggio nuragico riemerge dalla terra
Fonte Sacra Su Lumarzu, testimonianze della civiltà nuragica
Fonte Sacra Su Lumarzu, testimonianze della civiltà nuragica
Olbia – Sa Testa, 17 gradini verso la sorgente sacra
Olbia – Sa Testa, 17 gradini verso la sorgente sacra
La città più antica d’Italia è Sulky, in Sardegna
La città più antica d’Italia è Sulky, in Sardegna
Sardegna, tesoro di oltre 30mila monete antiche scoperto nel mare di Arzachena
Sardegna, tesoro di oltre 30mila monete antiche scoperto nel mare di Arzachena
Romanzesu, l’enorme Villaggio-Santuario a Bitti
Romanzesu, l’enorme Villaggio-Santuario a Bitti
Parco archeologico di Tamuli, nuraghe, villaggio e tombe di Giganti
Parco archeologico di Tamuli, nuraghe, villaggio e tombe di Giganti
Equinozio d’autunno, in Sardegna il magico fenomeno dell’ombra capovolta
Equinozio d’autunno, in Sardegna il magico fenomeno dell’ombra capovolta
S’Istrumpa, tutto ebbe inizio dai pastori
S’Istrumpa, tutto ebbe inizio dai pastori
Alierasaurus ronchii, il proto-dinosauro vissuto in Sardegna
Alierasaurus ronchii, il proto-dinosauro vissuto in Sardegna
Sardomeryx oschiriensis, antenato della giraffa vissuto in Sardegna
Sardomeryx oschiriensis, antenato della giraffa vissuto in Sardegna
Grotta Santa Barbara “svaligiata”, in casa trovate monete, anfore e manufatti
Grotta Santa Barbara “svaligiata”, in casa trovate monete, anfore e manufatti
Due anfore ritrovate in spiaggia a Sant’Antioco
Due anfore ritrovate in spiaggia a Sant’Antioco
Vangelo secondo Maria – Il film girato nel sito archeologico di Tamuli
Vangelo secondo Maria – Il film girato nel sito archeologico di Tamuli
Due “nuovi” Giganti emergono dalla necropoli di Mont’e Prama a Cabras
Due “nuovi” Giganti emergono dalla necropoli di Mont’e Prama a Cabras

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici.
Per non perderti le prossime novità attiva la campanella delle notificheseguici sui nostri canali social.

lo sapevi che…

Aradia, un film horror sardo da non perdere
Aradia, un film horror sardo da non perdere
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Spot Montenegro e “l’antico vaso da salvare” a Cala Domestica
Spot Montenegro e “l’antico vaso da salvare” a Cala Domestica
Avere “brutta voglia”, un modo di dire usato solo in Sardegna
Avere “brutta voglia”, un modo di dire usato solo in Sardegna
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
“Blue Zone”, le 5 zone blu della longevità
“Blue Zone”, le 5 zone blu della longevità
Ora legale 2024, si cambia domani alle 2:00, a cosa serve?
Ora legale 2024, si cambia domani alle 2:00, a cosa serve?
Is Pungas, gli amuleti sardi dal contenuto segreto
Is Pungas, gli amuleti sardi dal contenuto segreto
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
Idrovolante S55, 96 anni fa il primo volo da Ostia a  Cagliari
Idrovolante S55, 96 anni fa il primo volo da Ostia a Cagliari
Gabriele d’Annunzio e il Nepente, la lode al vino sardo di Oliena
Gabriele d’Annunzio e il Nepente, la lode al vino sardo di Oliena
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Il Castello della Fava, l’antica fortezza di Posada
Il Castello della Fava, l’antica fortezza di Posada
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
Bolotana e la leggenda delle Sinigogas nella chiesa di San Bachisio
Bolotana e la leggenda delle Sinigogas nella chiesa di San Bachisio
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
Linaria flava sardoa, in Sardegna una pianta rarissima a rischio estinzione
Linaria flava sardoa, in Sardegna una pianta rarissima a rischio estinzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *