Pompu, ingresso del paese
Condividi con i tuoi amici

Pompu, secondo un vecchio detto è un luogo irraggiungibile per tutti i sardi

Autocarrozzeria Vacca Tortolì

Pompu oggi è un piccolissimo paesino caratteristico, a 40 km da Oristano, ricco di tradizioni, edifici di culto e siti archeologici.

Pompu oggi conta 215 abitanti, di cui la più anziana è una donna di 93 anni (fonte ISTAT). Sorge nella valle del riu Laccus, circondata da lecci, roverelle e sughere, in mezzo a fertili colline.

La sua storia si può datare, secondo le prime  documentazioni, al 1388, ma data la scarsità di scritti e  documenti dell’epoca medioevale sarda, non si può definire con certezza se fosse stata fondata già prima del 1388.

pompu chiesa santa maria i monserrato
pompu chiesa san sebastiano

LE ORIGINI DEL NOME

Sul nome, sono state fatte diverse ipotesi fantasiose e poetiche, ma la parola Pompu in realtà, potrebbe derivare dal latino Pòmpa che significa corteo.

In antichità, intorno al piccolo santuario dedicato a Santa Maria di Monserrato, si svolgevano manifestazioni religiose che attiravano molte persone provenienti da vicino e da lontano.

In seguito, ai piedi del santuario, cominciò a formarsi un gruppo di case con una piccola popolazione; questi abitanti furono considerati i custodi della chiesa e preparatori dell’annuale Pompa. Essi furono chiamati Pompesi, ed il loro paese fu detto Pompu.

ARCHEOLOGIA E PECULIARITA’ D’ALTRI TEMPI

Una risorsa molto importante di questo paese sono gli scavi archeologici di “Prabanta”. Il sito è molto ampio e la forma polilobata del nuraghe rivela l’importanza che aveva in passato. In questo sito archeologico si possono trovare molte particolarità come il frantoio Murranca dell’Ottocento, i mulini in pietra, i portali con arco lavorato e l’antica chiesa di San Sebastiano.

Nel territorio sono presenti due importanti aree archeologiche del periodo nuragico:

  • Area archeologica di “Su Laccu e su Meli”
  • Insediamento nuragico di Santu Miali
pompu pietra sonora di pinuccio sciola
pompu sa domu de su pani - la casa del pane
POMPU IL PAESE IRRAGGIUNGIBILE
 
C’è un detto sardo che ha reso famoso in tutta l’isola e non solo il paese di Pompu. E’ tipico da nord a sud della Sardegna, in alcune zone meno in altre di più, quando si vuole indicare una meta molto molto lontana, o un luogo che non si riesce a raggiungere, si usa dire: “A casin’e pompu”. 
 
Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 
 

Come arrivare a Pompu

Sapori di Sardegna

La cipolla dorata di Banari, una bontà made in Sardegna
La cipolla dorata di Banari, una bontà made in Sardegna
Su Trigu Cottu e Sa Candelaria – 2 antiche tradizioni sarde per Capodanno
Su Trigu Cottu e Sa Candelaria – 2 antiche tradizioni sarde per Capodanno
Idee menù per la vigilia di Natale in Sardegna
Idee menù per la vigilia di Natale in Sardegna
Il pane capovolto a tavola, ecco i motivi per cui non si fa
Il pane capovolto a tavola, ecco i motivi per cui non si fa
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Andarinos di Usini – Un’antica bontà made in Sardegna
Andarinos di Usini – Un’antica bontà made in Sardegna
Il pecorino più grande al mondo è sardo, il “Gigante del Cedrino”
Il pecorino più grande al mondo è sardo, il “Gigante del Cedrino”
Su callu ‘e crabittu, il Re sardo di tutti i formaggi
Su callu ‘e crabittu, il Re sardo di tutti i formaggi
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Selargius, terra di Tappara e Tapparono
Selargius, terra di Tappara e Tapparono
Carciofo sardo, come riconoscere quello fresco
Carciofo sardo, come riconoscere quello fresco
Marasau, Carasau impastato con l’acqua di mare, primo e unico
Marasau, Carasau impastato con l’acqua di mare, primo e unico
“Su filindeu”, la pasta più rara al mondo “figlia di Dio”
“Su filindeu”, la pasta più rara al mondo “figlia di Dio”
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Pane carasau, le 8 fasi del rito familiare “Sa Cotta”
Pane carasau, le 8 fasi del rito familiare “Sa Cotta”
“Su mazzamurru” tra i 243 “PAT” sardi
“Su mazzamurru” tra i 243 “PAT” sardi
La pizzetta cagliaritana e gli altri 221 “PAT” sardi
La pizzetta cagliaritana e gli altri 221 “PAT” sardi
Is Zippulas, la ricetta delle “star” del Carnevale sardo
Is Zippulas, la ricetta delle “star” del Carnevale sardo
I migliori dolci da mangiare in Sardegna
I migliori dolci da mangiare in Sardegna
Coccoi e Sebadas prodotti di qualità, presto a marchio DOP e IGP
Coccoi e Sebadas prodotti di qualità, presto a marchio DOP e IGP

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici.
Per non perderti le prossime novità attiva la campanella delle notificheseguici sui nostri canali social.

lo sapevi che…

La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Su Pisitu aresti, il gatto selvatico sardo raro e bellissimo
Su Pisitu aresti, il gatto selvatico sardo raro e bellissimo
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La leggenda sarda di San Valentino “Su Para e Sa Mongia”
La leggenda sarda di San Valentino “Su Para e Sa Mongia”
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
Il Quercino sardo, piccolo roditore endemico della Sardegna
Il Quercino sardo, piccolo roditore endemico della Sardegna
In Sardegna, la bellezza spontanea dell’Orchidea Aresti
In Sardegna, la bellezza spontanea dell’Orchidea Aresti
Il Ragno Nuragico, scoperto 10 anni fa e finora avvistato solo in Sardegna
Il Ragno Nuragico, scoperto 10 anni fa e finora avvistato solo in Sardegna
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Franca Dallolio, prima Miss Italia sarda della storia
Franca Dallolio, prima Miss Italia sarda della storia
L’Argia, il “ragno del demonio” vive anche in Sardegna
L’Argia, il “ragno del demonio” vive anche in Sardegna
2 febbraio – La festa de Sa Candelora in Sardegna
2 febbraio – La festa de Sa Candelora in Sardegna
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Erica arborea – Una pianta molto usata in Sardegna, ecco perché
Erica arborea – Una pianta molto usata in Sardegna, ecco perché
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Sa Manufica – Potente amuleto di corallo e argento molto usato in Sardegna
Sa Manufica – Potente amuleto di corallo e argento molto usato in Sardegna
“Forza Gigi Riva” nel 70 la canzone di Raffaella Carrà dedicata a Gigi Riva
“Forza Gigi Riva” nel 70 la canzone di Raffaella Carrà dedicata a Gigi Riva
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria
6 pensiero su “Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo”
  1. L” origine del toponimo di Pompu a un origine molto piu’ lontana ,dai reperti trovati nei pressi della antica chiesa anni fa’ risalenti al tardo impero romano,quando la dinastia dei Pompeo comandava in Sardegnia,pompeo l’ipotesi del nome Pompeo poi sardizato in Pompu e molto probabile perche’ la statua della Madonna di Montserrat,di provenienza Spagniola come culto arrivo’ nel 1627 dai registri della dicesi di Ales,quindi non e probabile che derivi dal nome pompa come corteo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *