Torre del Coltellazzo
Condividi con i tuoi amici

La torre del Coltellazzo o di Sant'Efisio è una torre costiera che domina le rovine di Nora

Agostino Meloni banner 2023

La torre del Coltellazzo o di Sant’Efisio, leggende e storie di pirati

La Sardegna non é solo terra di mare e spiagge, l’ennesima dimostrazione Sto arriva da Nora, dove alla splendida spiaggia, si aggiunge un luogo ricco di storia e leggende.  A Nora potrai ammirare la torre del Coltellazzo o di Sant’Efisio, una torre costiera del golfo di Cagliari, storico baluardo difensivo dell’isola.

Sorge sulla cima del promontorio che domina le affascinanti rovine della città di Nora, nel territorio del comune di Pula.

La Torre del Coltellazzo ha origine spagnola, la sua costruzione è datata intorno al XVI secolo d.C., nel 1587, Filippo II, la incluse nella “Reale Amministrazione delle Torri“, affidandone il controllo della difesa delle coste sarde dai pirati barbareschi provenienti dalla parte settentrionale del continente africano.

La sua funzione di difesa perdurò fino al 1842, quando Carlo Alberto “congedò” la Torre del Coltellazzo.

Caratteristiche e origini del nome

E’ una torre troncoconica, la cui altezza odierna è di 16 metri, 4 metri in più rispetto all’altezza originale, 14 metri di diametro, con mura possenti spesse 2 metri e una circonferenza di 43 metri.

La sua altezza subì una variazione a inizio novecento, quando venne innalzata di 4 metri per consentirne l’utilizzo come faro e punto per le telecomunicazioni.

A partire dal XVIII secolo è conosciuta anche come Torre di Sant’Efisio.

Questo in onore del nostro martire guerriero, che la tradizione vuole ucciso a Nora per decapitazione ai tempi di Diocleziano.

Il curioso termine Coltellazzo sembra derivi dalle “castellas”, tipiche strutture presenti nella area di Nora e utilizzate come fondamenta per la torre.

Nel corso del Medioevo il termine venne prima modificato in Coltellase quindi in Coltelazo, dando così vita al nome che oggi utilizziamo.

La visita all’interno delle sue mura putroppo non é attualmente possibile, può essere visitata solo esternamente.

Eventuali aperture straordinarie saranno comunicate dalla gestione dell’area archeologica di Nora.

Leggi anche Spiaggia di Nora

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 

Scopri la sardegna

La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La Foresta di Girgini a Desulo
La Foresta di Girgini a Desulo
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Arco dei Baci a Sant’Antioco
Arco dei Baci a Sant’Antioco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *