Grotta Taquisara a Gairo Sant'Elena, un luogo unico
Condividi con i tuoi amici

La grotta Taquisara si sviluppa per circa 250 metri con un percorso turistico su passerella

La Stalla Beach Alghero

Grotta Taquisara è un luogo fantastico, stupisce oltre ogni aspettativa e non la si dimentica, per questo ci si vuole tornare.

Questa Grotta è viva, le circolazioni di acqua sono un po’ ovunque, sin dall’ingresso, con stagionalità.

Le specie viventi che la abitano destano la nostra curiosità. Da piccole a piccolissime, sappiamo che ci sono, ma si rifugiano negli anfratti più lontani per proteggersi e nascondersi ai nostri occhi.

Lungo il percorso turistico su passerella in sicurezza, si possono ammirare una serie di veri e propri monumenti naturali.

“Stalattiti” e “stalagmiti” che non di rado si uniscono a formare grandi e maestose “colonne”, lasciandosi ai lati “vele” e sullo sfondo “colate”, con tetti e volte adornate da una grandissima quantità di “cannule” ed “eccentriche”.

Veri e propri “nidi di aragonite”, con deposizioni carbonatiche che sfidano la gravità.  Durante la percorrenza turistica, si incontra il romantico laghetto, in parte con tetto basso ed in parte sovrastato da una grande “diaclasi”.

Fenomeni di “latte di monte” e variazioni cromatiche dei carbonati si hanno in varie parti della grotta, anche all’interno delle medesime “sale”.

Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena

La Grotta Taquisara si trova nel territorio dell’omonima frazione del comune di Gairo, in provincia di Nuoro, nella regione storica dell’Ogliastra.

Dal punto di vista geologico la grotta si apre sulle rocce della “Formazione di Dorgali” di età Mesozoica.

Questa formazione è costituita da dolomie e calcari dolomitici dove sono presenti fossili di foraminiferi e alghe calcaree. Proprio la natura calcarea di queste rocce ha favorito i processi chimico-fisici del carsismo che hanno portato alla formazione della grotta.

Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena

La grotta si sviluppa in lunghezza per circa 250 metri con un percorso turistico su passerella. Lungo il cammino si possono ammirare una serie di veri e propri monumenti naturali.

Tra le concrezioni sono presenti diverse stalattiti e stalagmiti che, non di rado, si uniscono a formare grandi e maestose colonne.

Sulle pareti si possono osservare le vele e sullo sfondo le colate, con tetti e volte adornate da una grandissima quantità di cannule ed eccentriche. Queste forme carsiche si possono considerare come veri e propri “nidi di aragonite”, con deposizioni del carbonato di calcio che sfidano la forza di gravità. Durante la percorrenza si incontra inoltre un piccolo laghetto, in parte con tetto basso ed in parte sovrastato da una grande “diaclasi”, una frattura della roccia ben visibile.

La grotta può essere visitata previa prenotazione, accompagnati dalle guide che gestiscono il sito.

Grotta Taquisara ricade nel territorio del Sito di Interesse Comunitario (SIC) “Monti del Gennargentu” (ITB021103), afferente alla Rete Natura 2000.

Contatti utili per le visite e orari

Sito Ufficiale

Pagina Facebook

Unisciti al nostro nuovo canaleTelegram – Entra
 

Come arrivare a Grotta Taquisara

Sapori di Sardegna

Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
La patata ‘e moro, prelibatezza tipica di Scano di Montiferro
La patata ‘e moro, prelibatezza tipica di Scano di Montiferro
“Su Sparau”, l’asparago selvatico sardo, uno dei “PAT” della Sardegna
“Su Sparau”, l’asparago selvatico sardo, uno dei “PAT” della Sardegna
Su Zichi, alla scoperta del pane tipico di Bonorva
Su Zichi, alla scoperta del pane tipico di Bonorva
La cipolla dorata di Banari, una bontà made in Sardegna
La cipolla dorata di Banari, una bontà made in Sardegna
Su Trigu Cottu e Sa Candelaria – 2 antiche tradizioni sarde per Capodanno
Su Trigu Cottu e Sa Candelaria – 2 antiche tradizioni sarde per Capodanno
Idee menù per la vigilia di Natale in Sardegna
Idee menù per la vigilia di Natale in Sardegna
Il pane capovolto a tavola, ecco i motivi per cui non si fa
Il pane capovolto a tavola, ecco i motivi per cui non si fa
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Andarinos di Usini – Un’antica bontà made in Sardegna
Andarinos di Usini – Un’antica bontà made in Sardegna
Il pecorino più grande al mondo è sardo, il “Gigante del Cedrino”
Il pecorino più grande al mondo è sardo, il “Gigante del Cedrino”
Su callu ‘e crabittu, il Re sardo di tutti i formaggi
Su callu ‘e crabittu, il Re sardo di tutti i formaggi
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Selargius, terra di Tappara e Tapparono
Selargius, terra di Tappara e Tapparono
Carciofo sardo, come riconoscere quello fresco
Carciofo sardo, come riconoscere quello fresco
Marasau, Carasau impastato con l’acqua di mare, primo e unico
Marasau, Carasau impastato con l’acqua di mare, primo e unico
“Su filindeu”, la pasta più rara al mondo “figlia di Dio”
“Su filindeu”, la pasta più rara al mondo “figlia di Dio”
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Su Casizolu, storia, tradizioni e sapori antichi di un formaggio sardo
Pane carasau, le 8 fasi del rito familiare “Sa Cotta”
Pane carasau, le 8 fasi del rito familiare “Sa Cotta”
“Su mazzamurru” tra i 243 “PAT” sardi
“Su mazzamurru” tra i 243 “PAT” sardi

lo sapevi che…

Aradia, un film horror sardo da non perdere
Aradia, un film horror sardo da non perdere
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Spot Montenegro e “l’antico vaso da salvare” a Cala Domestica
Spot Montenegro e “l’antico vaso da salvare” a Cala Domestica
Avere “brutta voglia”, un modo di dire usato solo in Sardegna
Avere “brutta voglia”, un modo di dire usato solo in Sardegna
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
“Blue Zone”, le 5 zone blu della longevità
“Blue Zone”, le 5 zone blu della longevità
Ora legale 2024, si cambia domani alle 2:00, a cosa serve?
Ora legale 2024, si cambia domani alle 2:00, a cosa serve?
Is Pungas, gli amuleti sardi dal contenuto segreto
Is Pungas, gli amuleti sardi dal contenuto segreto
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
Idrovolante S55, 96 anni fa il primo volo da Ostia a  Cagliari
Idrovolante S55, 96 anni fa il primo volo da Ostia a Cagliari
Gabriele d’Annunzio e il Nepente, la lode al vino sardo di Oliena
Gabriele d’Annunzio e il Nepente, la lode al vino sardo di Oliena
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Il Castello della Fava, l’antica fortezza di Posada
Il Castello della Fava, l’antica fortezza di Posada
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
Bolotana e la leggenda delle Sinigogas nella chiesa di San Bachisio
Bolotana e la leggenda delle Sinigogas nella chiesa di San Bachisio
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
Linaria flava sardoa, in Sardegna una pianta rarissima a rischio estinzione
Linaria flava sardoa, in Sardegna una pianta rarissima a rischio estinzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *