erba sardonica e riso sardonico
Condividi con i tuoi amici

L'erba del riso sardonico, per affrontare il destino segnato dalla morte

Massimo Vacca Tortolì

Tanti storici hanno scritto e descritto il Riso Sardonico nei loro libri, ne troviamo traccia per la prima volta già nell’Odissea di Omero, e questo ci fa capire quanto possano essere antiche le sue origini.  

Il riso sardonico è strettamente legato alla cosiddetta erba sardonica, che gli studiosi del settore riconducono alla Oenanthe crocata, una pianta altamente tossica presente solo in Sardegna e nelle isole circostanti, nell’isola infatti è diffusa in tutto il territorio ed è considerata una pianta comune.

ERBA SARDONICA PIANTA LETALE

Tutta la pianta, radici, frutti e fiori contengono dei principi attivi ad azione neurotossica ed e enterotossica, che possono causare conseguenze disastrose per la salute di animali ed esseri umani.

Conosciuta anche con il nome di finocchio d’acqua, prezzemolino o prezzemolo del diavolo, oppure in sardo come appiu burdu, appiu de arriu, fenugu de acqua o per l’appunto erba sardonia, questa pianta può provocare spasmi involontari, convulsioni, coma, fino ad avere esiti fatali, una vera e propria pianta letale.

Nel 2009 gli scienziati dell’Università del Piemonte Orientale, dell’Università di Napoli e dell’Università di Cagliari, hanno affermato che questa pianta potesse essere riconducibile all’erba sardonica, e che la stessa fosse la causa del terribile riso sardonico collegato a una tradizione sarda, di un macabro rituale nuragico, il geronticidio.

riso sardonico nell'odissea
Ingresso della Grotta dei colombi
IL RISO SARDONICO, SUI VOLTI DI PADRI E FIGLI 

Il geronticidio, era un antico rituale nuragico che consisteva nell’uccisione dei più anziani della comunità par mano degli stessi figli.

Questa pratica vedeva i volti di genitori e figli segnati dal riso sardonico, infatti entrambi durante l’esecuzione assumevano gli estratti della pianta letale (in dosi diverse) in modo da essere certi di riuscire ad affrontare il macabro rituale, coscienti quanto bastava e rassegnati al proprio destino.

Si dice che il ghigno terrificante del riso sardonico, accompagnava il figlio che compiva l’atto di porre fine alla vita del padre, e lo stesso genitore andava incontro alla morte con un forzato sorriso demoniaco, per farsi beffa e affrontare la morte con dignità e onore.

Oggi queste pratiche ci appaiono giustamente barbare e assurde, impossibili da accettare, ma restano comunque parte della storia dei nostri popoli.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici.
Per non perderti le prossime novità attiva la campanella delle notificheseguici sui nostri canali social.

MITI E LEGGENDE

La Grotta dei colombi e la leggenda del fantasma di Dais
La Grotta dei colombi e la leggenda del fantasma di Dais
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
Bolotana e la leggenda delle Sinigogas nella chiesa di San Bachisio
Bolotana e la leggenda delle Sinigogas nella chiesa di San Bachisio
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
Il misterioso bambino fantasma del Lazzaretto di Cagliari
Il misterioso bambino fantasma del Lazzaretto di Cagliari
La leggenda sarda de “Sa Giobiana”, la vecchina temuta dalle tessitrici
La leggenda sarda de “Sa Giobiana”, la vecchina temuta dalle tessitrici
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
La leggenda sarda di Marti Perra, il felino guardiano del Martedì Grasso
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
S’Ammutadori, in Sardegna è il demone del sonno
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
Su Pundacciu, la leggenda sarda del folletto dalle 7 berrette
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria
La leggenda sarda dei “Caddos Birdes”, i cavallini verdi di Monteleone Rocca Doria
La leggenda sarda di Sant’Antoni ‘e su fogu
La leggenda sarda di Sant’Antoni ‘e su fogu
“Sas dies imprestadas”, la leggenda sarda dei giorni della merla
“Sas dies imprestadas”, la leggenda sarda dei giorni della merla
Su Amantadori – L’incubo delle giovani donne sarde
Su Amantadori – L’incubo delle giovani donne sarde
“Sa gruta de is malis” una vecchia leggenda di Isili
“Sa gruta de is malis” una vecchia leggenda di Isili
Il mistero del Capitano Looman, la sua lapide al cimitero monumentale di Bonaria
Il mistero del Capitano Looman, la sua lapide al cimitero monumentale di Bonaria
Su ballu ‘e s’arza – La danza curativa delle 21 donne
Su ballu ‘e s’arza – La danza curativa delle 21 donne
Il lago di Baratz, custode di un’antica città perduta
Il lago di Baratz, custode di un’antica città perduta
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus

lo sapevi che…

Ai piedi di una sughera l’esatto centro geografico della Sardegna
Ai piedi di una sughera l’esatto centro geografico della Sardegna
S’Affuente , lo strumento musicale sardo tra sacro e profano
S’Affuente , lo strumento musicale sardo tra sacro e profano
Il corbezzolo nella medicina popolare sarda, benefici e curiosità
Il corbezzolo nella medicina popolare sarda, benefici e curiosità
La Grotta dei colombi e la leggenda del fantasma di Dais
La Grotta dei colombi e la leggenda del fantasma di Dais
Aradia, un film horror sardo da non perdere
Aradia, un film horror sardo da non perdere
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Lampu ti calidi – Frastimos e Irrocos in Sardegna
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Su Pascifera, il custode invisibile dei boschi sardi
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Spot Montenegro e “l’antico vaso da salvare” a Cala Domestica
Spot Montenegro e “l’antico vaso da salvare” a Cala Domestica
Avere “brutta voglia”, un modo di dire usato solo in Sardegna
Avere “brutta voglia”, un modo di dire usato solo in Sardegna
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
Apribi, ci torrada su lepuri a cuili – Detti e proverbi sardi
“Blue Zone”, le 5 zone blu della longevità
“Blue Zone”, le 5 zone blu della longevità
Ora legale 2024, si cambia domani alle 2:00, a cosa serve?
Ora legale 2024, si cambia domani alle 2:00, a cosa serve?
Is Pungas, gli amuleti sardi dal contenuto segreto
Is Pungas, gli amuleti sardi dal contenuto segreto
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
Su Gioddu, dalla tradizione sarda l’unico latte fermentato italiano
Idrovolante S55, 96 anni fa il primo volo da Ostia a  Cagliari
Idrovolante S55, 96 anni fa il primo volo da Ostia a Cagliari
Gabriele d’Annunzio e il Nepente, la lode al vino sardo di Oliena
Gabriele d’Annunzio e il Nepente, la lode al vino sardo di Oliena
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
“Sa Callella” – Impossibile resisterle, alla fine vince sempre
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Il Castello della Fava, l’antica fortezza di Posada
Il Castello della Fava, l’antica fortezza di Posada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *