Le bottiglie d'acqua fuori dal portone, a cosa servono?
Condividi con i tuoi amici

Lasciare le bottiglie d'acqua fuori dal portone di casa è un usanza molto diffusa, scopriamo il perché

Ayus centro estetico banner 1

Passeggiare per strada e vedere le bottiglie d’acqua fuori dalla porta delle abitazioni non è certo una cosa rara, in modo particolare tra le strade dei centri storici di molti paesini.

Ti sarà capitato di vederle e chiederti la motivazione.

In molti hanno avuto modo di notare questa strana abitudine, diffusa praticamente in ogni città. Ma perché si mettono le bottiglie d’acqua fuori dalla porta? Scopriamo il perchè.

Il motivo

Si tratta di un’abitudine diffusa in Sardegna e nel resto delle città italiane. 

Le troviamo all’esterno di portoni di ingresso delle case, davanti alle serrande e, molto spesso, anche sui marciapiedi, nell’angolo tra due strade. 

A quanto pare il motivo sembra essere legato alla presenza di cani e gatti  randagi.

Il motivo per cui sempre le persone lasciano bottiglie d’acqua fuori dalla porta è riconducibile alla presenza di animali randagi, come cani e gatti, che inevitabilmente fanno i bisogni in strada.

La funzione “magica” hanno le bottiglie piene di acqua?

La leggenda narra, che cani e gatti, guardando la loro immagine riflessa sulla bottiglia, tendano a stare alla larga, perchè spaventati.

In questo modo il problema é risolto, cani e gatti sceglieranno un’abitazione senza bottiglie d’acqua.

In realtà non è proprio così, nella maggior parte dei casi, infatti, il motivo di quest’abitudine è da collegare alle leggende tramandate negli anni, visto e considerato che l’efficacia di questa pratica non trova riscontro da nessuna parte. Che ci crediate o no, lasciare le bottiglie fuori dalla porta ha il suo fascino, profuma di tradizioni. 

Unisciti al nostro nuovissimo canale Whatsapp – Entra

Scopri la sardegna

La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La Foresta di Girgini a Desulo
La Foresta di Girgini a Desulo
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Arco dei Baci a Sant’Antioco
Arco dei Baci a Sant’Antioco

spiagge della sardegna

Spiaggia di San Giovanni di Sinis a Oristano
Spiaggia di San Giovanni di Sinis a Oristano
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Spiaggia di Cala Sinzias a Castiadas
Spiaggia di Cala Sinzias a Castiadas
Mari Pintau a Quartu Sant’Elena
Mari Pintau a Quartu Sant’Elena
Porto Giunco, angolo dei Caraibi a Villasimius
Porto Giunco, angolo dei Caraibi a Villasimius
Bandiere Blu 2024, la Sardegna in 7° posizione tra le regioni italiane
Bandiere Blu 2024, la Sardegna in 7° posizione tra le regioni italiane
Spiaggia di Punta Molentis a Villasimius
Spiaggia di Punta Molentis a Villasimius
Cala Luna a numero chiuso dal mese di giugno
Cala Luna a numero chiuso dal mese di giugno
Spiaggia delle Vacche a San Teodoro
Spiaggia delle Vacche a San Teodoro
Spiaggia Mannena e Barca Bruciata a Arzachena
Spiaggia Mannena e Barca Bruciata a Arzachena
Spiaggia Maladroxia a Sant’Antioco
Spiaggia Maladroxia a Sant’Antioco
Spiaggia di Torre dei Corsari
Spiaggia di Torre dei Corsari
Spiaggia di Cea a Tortolì e Bari Sardo
Spiaggia di Cea a Tortolì e Bari Sardo
La spiaggia di Scivu in Costa Verde
La spiaggia di Scivu in Costa Verde
Spiaggia di Torregrande a Oristano
Spiaggia di Torregrande a Oristano
Porto Corallo a Villaputzu, tra mare e storia
Porto Corallo a Villaputzu, tra mare e storia
Spiaggia di Cala Cipolla a Domus de Maria
Spiaggia di Cala Cipolla a Domus de Maria
Spiaggia Cala Sapone a Sant’Antioco
Spiaggia Cala Sapone a Sant’Antioco
Lo Scoglio di Peppino a Muravera
Lo Scoglio di Peppino a Muravera
Spiaggia di Is Arutas a Cabras
Spiaggia di Is Arutas a Cabras

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *