grotta dei colombi, la leggenda del fantasma di Dais
Condividi con i tuoi amici

La Grotta dei colombi, bellezza naturalistica, e luogo di antiche leggende

Cantine Sardus Pater Sant'Antioco

la Grotta dei Colombi, è un’insenatura naturale accessibile esclusivamente via mare, che si trova poco lontano dalla più conosciuta Sella del Diavolo, e dalla spiaggia di Cala Fighera.

Le origini del nome derivano dal fatto che, all’interno della grotta nidificano i colombi, per questo motivo era assiduamente frequentata dai pescatori della zona, e in particolar modo dai cacciatori, che andavano a catturare i volatili. Inoltre, il guano prodotto dagli uccelli prelevato dal pavimento della grotta, in passato veniva utilizzato come concime.

La Grotta dei colombi, è stato spesso un luogo che ha visto la morte come protagonista, infatti fin dalla metà del 600, per molti anni è stata utilizzata come luogo di sepoltura per i malati di peste.

La leggenda che riguarda questa grotta, narra del fantasma di Dais, un uomo di cui si conosce solo il cognome ma che fu protagonista attivo durante gli anni della rivoluzione tra il 1794 – 1796.

Dais in sostanza fu accusato dell’uccisione dei Cavalieri Girolamo Pitzolo e Gavino Palliaccio, e che per questo motivo subì la vendetta pagandola con la morte.

Esistono diverse teorie sulla morte di Dais, e una di queste lo vede assassinato proprio all’interno della grotta. Dais infatti si recava spesso nella grotta a caccia di colombi, e si dice che sarebbe stato ucciso proprio durante una delle sue battuta di caccia. Dopo averlo sorpreso nella grotta, i suoi carnefici, lo avrebbero aggredito e pestato a sangue, per poi legarlo ad uno scoglio a pochi passi dall’ingresso della grotta, lasciandolo al suo destino, dove incontrò la morte per annegamento a causa dell’alta marea.

L’altra versione è quella che sostiene che il Dais, sia stato attirato nella grotta dove fu brutalmente ucciso e il suo corpo abbandonato all’interno della grotta.

Un’altra teoria invece cambia totalmente la carte in tavola, in quanto dice che Dais morì durante il suo trasporto presso la prigione della Torre di San Pancrazio, in seguito all’omicidio di cui fu accusato.

Quel che è certo è che, fin dai primi del 800, si narra di una leggenda, di cui Dais sarebbe il protagonista.

La leggenda narra che il fantasma di Dais, infesti la Grotta dei colombi. Molti raccontano o hanno raccontato, che all’interno della grotta riecheggino delle grida disumane d’aiuto accompagnate da gelide folate di vento. A causa di questi racconti, per molto tempo, pescatori e cacciatori, ma anche semplici curiosi, non si sono più addentrati nella Grotta dei colombi, temendo la presenza del fantasma di Dais.

Oggi la leggenda è un pò caduta nel dimenticatoio, e questo luogo dalla bellezza disarmante, è tornato ad essere meta di visitatori e pescatori.

la grotta dei colombi e la leggenda del fantasma di Dais
Ingresso della Grotta dei colombi

Scopri la Sardegna

La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La Foresta di Girgini a Desulo
La Foresta di Girgini a Desulo
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Arco dei Baci a Sant’Antioco
Arco dei Baci a Sant’Antioco

Curiosità

I Collage, la band sarda nata negli anni 70
I Collage, la band sarda nata negli anni 70
Il pecorino più grande al mondo è sardo, il “Gigante del Cedrino”
Il pecorino più grande al mondo è sardo, il “Gigante del Cedrino”
Le “Janas”, creature magiche della mitologia sarda a metà tra fate e streghe
Le “Janas”, creature magiche della mitologia sarda a metà tra fate e streghe
I Barracelli – Il corpo di polizia più antico d’Europa
I Barracelli – Il corpo di polizia più antico d’Europa
La Divina Commedia in sardo, un capolavoro di Pietro Casu
La Divina Commedia in sardo, un capolavoro di Pietro Casu
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
Lo Spuligadentes – Curioso gioiello e amuleto sardo
Lo Spuligadentes – Curioso gioiello e amuleto sardo
Sa Genti Arrubia, l’altro popolo della Sardegna
Sa Genti Arrubia, l’altro popolo della Sardegna
Il Dogo Sardo – Storia e caratteristiche dell’antico cane sardo
Il Dogo Sardo – Storia e caratteristiche dell’antico cane sardo
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Perché i tappi delle bottiglie non si staccano più?
Perché i tappi delle bottiglie non si staccano più?
La Sardegna ruba il cuore di Simone Cristicchi
La Sardegna ruba il cuore di Simone Cristicchi
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
“Sa Cannuga”, lo strumento micidiale per raccogliere “Sa figu morisca”
“Sa Cannuga”, lo strumento micidiale per raccogliere “Sa figu morisca”
Samuele Stochino, la Tigre d’Ogliastra – Storia di un soldato diventato bandito
Samuele Stochino, la Tigre d’Ogliastra – Storia di un soldato diventato bandito
Le gemelle Pierangeli, dive del cinema anni ’50 nate a Cagliari
Le gemelle Pierangeli, dive del cinema anni ’50 nate a Cagliari
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
Il Pa Punyat, il pane fatto coi pugni, un’eccellenza sarda
“Su carr’e Nannai”, la leggenda del carro terrificante
“Su carr’e Nannai”, la leggenda del carro terrificante
La pernice sarda, vita e segreti di una specie protetta
La pernice sarda, vita e segreti di una specie protetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *