Marasau, Carasau impastato con l’acqua di mare, primo e unico
Condividi con i tuoi amici

Il primo e unico pane Carasau impastato con l'acqua di mare della Sardegna

USAI NIEDDA Sassari banner 2

Marasau, fra terra e mare: nuove tradizioni di Sardegna

Realizzato attraverso l’accordo stipulato con un’azienda Sarda che ha sviluppato e brevettato un processo di estrazione dell’acqua che avviene nel Golfo di Cagliari, in una zona in cui le acque sono di alta qualità e prive di sostanze nocive.

Una volta estratta l’acqua dal mare, essa viene sottoposta a dei processi di ultrafiltrazione e sterilizzazione a freddo. In questo modo, l’acqua mantiene la sua composizione salina che non viene alterata durante le fasi di depurazione.

Ridotta la presenza di Sodio

L’acqua di mare è composta per l’86% da cloruro di sodio, mentre il comune sale ne contiene il 99%.
Rispetto ai prodotti che utilizzano il sale comune, quelli realizzati con acqua di mare contengono meno di queste sostanze, responsabili dell’aumento di pressione sanguigna.

Da questo incontro nasce il Marasau, un pane carasau tradizionale e innovativo nella sua composizione.

Ricco di sapore, ma povero di sodio, nell’impasto nessuna aggiunta di sale, in quanto già presente nell’acqua di mare.

Come nasce il nome “Marasau”

Un’idea arrivata a tarda notte, un rapido giro di chiamate ed il nome è scelto: Marasau, il nome giusto per il pane Carasau impastato con l’acqua di mare, primo e unico, prodotto dal Pastificio Tanda&Spada di Thiesi.

Racconta così a “La Nuova Sardegna”, Antonio Spada, 56 anni, titolare insieme a Pasquale Tanda dell’azienda nata nel 1992: «Questo pane, così come altri prodotti sui quali stiamo lavorando, ci riempie d’orgoglio perché porta dentro di sé il legame fortissimo tra noi sardi e il mare. Ma anche perché rappresenta un primo passo in direzione di quelle produzioni ecosostenibili verso cui ci dovrebbe essere una spinta maggiore. L’acqua non è un bene inesauribile e lo spreco ha raggiunto percentuali altissime. E la Sardegna ha una storia lunga alle spalle segnata da siccità e restrizioni, però ha un enorme vantaggio: “galleggia” in mezzo al mare, e allora abituiamoci a usare quell’acqua. Consente di risparmiare ma anche di realizzare prodotti più sani».

Il Marasau, prodotto con solo grano sardo al 100%, risulta al primo assaggio meno salato del Carasau tradizionale «ma restituisce un sapore assolutamente particolare, indimenticabile».

Il progetto Marasau ha preso vita nel 2020, all’interno di un piano complessivo che va oltre il pane, basato sull’utilizzo dell’acqua di mare.

I titolari del pastificio hanno individuato l’azienda Abba blu, l’unica in Italia a parte un’altra in Puglia, specializzata nell’estrazione e purificazione dell’acqua di mare per usi alimentari e terapeutici.

Abba blu opera nel Golfo di Cagliari, una volta estratta, l’acqua viene sottoposta a processi di ultrafiltrazione e sterilizzazione a freddo. In questo modo mantiene la sua composizione salina che non viene alterata durante le fasi di depurazione.

Con le prime forniture – continua Spada nell’intervista a “La Nuova Sardegna”– abbiamo iniziato a impastare le paste fresche, in particolare malloreddus e fregula e i risultati sono stati buoni, ma i test sono ancora in corso in particolare per quanto riguarda la fase della cottura. Per questo i nuovi prodotti non sono stati ancora commercializzati.

Per il Marasau invece, trattandosi di un prodotto che si consuma senza cottura, è stato trovato un equilibrio già molto soddisfacente.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 

Scopri la sardegna

Ai piedi di una sughera l’esatto centro geografico della Sardegna
Ai piedi di una sughera l’esatto centro geografico della Sardegna
Le piscine naturali “Is Caddaias” tra Gadoni e Seulo
Le piscine naturali “Is Caddaias” tra Gadoni e Seulo
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Faro Mangiabarche, le origini del nome
Faro Mangiabarche, le origini del nome
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Parco Beranu Froriu, il giardino di Turri e la magia dei tulipani in Sardegna
Parco Beranu Froriu, il giardino di Turri e la magia dei tulipani in Sardegna
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
L’isolotto dei fichi d’India, un  mini paradiso nel golfo di arzachena
L’isolotto dei fichi d’India, un mini paradiso nel golfo di arzachena
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La cascata di Capo Nieddu, un tuffo di 40 metri direttamente sul mare
La cascata di Capo Nieddu, un tuffo di 40 metri direttamente sul mare
Nuraghe “Nuracale”, uno dei più imponenti del Montiferru
Nuraghe “Nuracale”, uno dei più imponenti del Montiferru
Duomo di Oristano, la cattedrale più grande di tutta la Sardegna
Duomo di Oristano, la cattedrale più grande di tutta la Sardegna
Su Crastu de Santu Eliseu, la domus de janas che fu anche una chiesa
Su Crastu de Santu Eliseu, la domus de janas che fu anche una chiesa
Parco di Villascema, la valle dei ciliegi di Villacidro
Parco di Villascema, la valle dei ciliegi di Villacidro
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
“Un Bosco da Fiaba” e il gufo di legno a Monte Arci
“Un Bosco da Fiaba” e il gufo di legno a Monte Arci
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura

Scopri Nuoro

Ai piedi di una sughera l’esatto centro geografico della Sardegna
Ai piedi di una sughera l’esatto centro geografico della Sardegna
Le piscine naturali “Is Caddaias” tra Gadoni e Seulo
Le piscine naturali “Is Caddaias” tra Gadoni e Seulo
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
La sorgente sottomarina di Cala Mariolu
La sorgente sottomarina di Cala Mariolu
L’Ortobene, il cuore di Nuoro
L’Ortobene, il cuore di Nuoro
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
Su Sterru, in Sardegna la voragine più profonda d’Europa
Su Sterru, in Sardegna la voragine più profonda d’Europa
La Foresta di Girgini a Desulo
La Foresta di Girgini a Desulo
Sagra delle castagne Aritzo 2023, un weekend all’insegna delle bontà dalla montagna
Sagra delle castagne Aritzo 2023, un weekend all’insegna delle bontà dalla montagna
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
Gola di Gorropu, il canyon di Urzulei e Orgosolo che domina in Europa
Gola di Gorropu, il canyon di Urzulei e Orgosolo che domina in Europa
Romanzesu, l’enorme Villaggio-Santuario a Bitti
Romanzesu, l’enorme Villaggio-Santuario a Bitti
Parco archeologico di Tamuli, nuraghe, villaggio e tombe di Giganti
Parco archeologico di Tamuli, nuraghe, villaggio e tombe di Giganti
La maledizione di Lollove, il paese “come l’acqua del mare”
La maledizione di Lollove, il paese “come l’acqua del mare”
Il Museo Ciusa, chiuso da ormai 5 anni
Il Museo Ciusa, chiuso da ormai 5 anni
Il Museo deleddiano a Nuoro
Il Museo deleddiano a Nuoro
Nuoro, custode della cultura nel tempo
Nuoro, custode della cultura nel tempo
Percorsi deleddiani a Nuoro
Percorsi deleddiani a Nuoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *