Vespa orientalis in Sardegna, come riconoscerla per evitarla
Condividi con i tuoi amici

Vespa orientale, caratteristiche e pericolosità per l'uomo

Giadema Sestu

La Vespa orientalis ha colonizzato anche la Sardegna

Ormai non ci sono dubbi, le segnalazioni di avvistamento della Vespa orientalis sono aumentate in maniera esponenziale.

Come la maggior parte degli imenotteri, la Vespa orientale produce un veleno tossico per l’uomo, la cui pericolosità cambia da persona a persone.

Chi rischia?

Nelle persone particolarmente sensibili, anche una banale puntura può causare una reazione anafilattica potenzialmente letale.

Non c’è da scherzare con questo insetto frenetico e rapidissimo, ma è giusto precisare che la quantità di veleno prodotta dalla Vespa orientale è paragonabile a quella degli altri imenotteri pungenti, è vero si, che questo esemplare ha la capacità di pungere più volte e accanirsi in modo violento sulla preda, ma la maggior parte del veleno viene iniettata alla prima puntura.

Caratteristiche

La vespa orientalis si riconosce facilmente per la tinta intensamente rossiccia quasi uniforme, spezzata soltanto dal colore giallo presente in una larga banda nell’addome, ed in una macchia sulla testa.

Una rassicurazione arriva dal fatto che queste specie non colpiscono le persone senza una motivazione, ma solo quando si sentono in pericolo o minacciate, quindi la cosa migliore da fare quando si incontrano queste vespe è cercare di lasciarle il più possibile tranquille, senza farsi prendere dalla paura, evitare di scacciarli con le mani o altri oggetti perché si rischia di scatenare la loro furia.

Una caratteristica distintiva della Vespa orientalis, è che a differenza degli altri calabroni, che costruiscono nidi di importanti dimensioni, chiaramente visibili, tende ad avere nidi più piccoli e riservati, costruiti in anfratti come le fessure e le crepe di abitazioni o edifici in generale oppure negli avvolgibili, ma che possono contenere comunque una quantità immensa di esemplari pungenti.

La prima volta in Sardegna

La prima segnalazione della Vespa orientale in Sardegna è stata segnalata nel 2021 alla pagina Facebook Monitoraggio Vespa crabro & Vespa orientalis che, con passione, si occupa della raccolta di esemplari, materiale foto e video, per dare la possibilità ai ricercatori dell’Istituto di Entomologia dell’Università di Sassari di validare o meno le segnalazioni.

Nel riquadro in foto, esemplari catturati a Pirri da un nostro lettore.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra

Scopri la sardegna

La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
“Un Bosco da Fiaba” e il gufo di legno a Monte Arci
“Un Bosco da Fiaba” e il gufo di legno a Monte Arci
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Palmavera, il complesso nuragico ad Alghero
Palmavera, il complesso nuragico ad Alghero
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
Cane malu, la bellezza disarmante della piscina naturale di Bosa
Cane malu, la bellezza disarmante della piscina naturale di Bosa
La maledizione di Rebeccu, il paese fantasma
La maledizione di Rebeccu, il paese fantasma
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Il Tempio di monte d’Accoddi, un simil-ziqqurat unico in Europa
Il Tempio di monte d’Accoddi, un simil-ziqqurat unico in Europa
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Fonte Sacra Su Lumarzu, testimonianze della civiltà nuragica
Fonte Sacra Su Lumarzu, testimonianze della civiltà nuragica
Il Museo del Banditismo di Aggius, 4 sale per un’imperdibile viaggio nel passato
Il Museo del Banditismo di Aggius, 4 sale per un’imperdibile viaggio nel passato
Burgos in Sardegna e la sua gemella spagnola
Burgos in Sardegna e la sua gemella spagnola
La sorgente sottomarina di Cala Mariolu
La sorgente sottomarina di Cala Mariolu
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
Torre dei Dieci Cavalli a Muravera, lo storico baluardo
Torre dei Dieci Cavalli a Muravera, lo storico baluardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *