Su Pascifera, custode dei boschi sardi e protettore degli animali selvatici - Sardegna miti e leggende
Condividi con i tuoi amici

La leggenda de Su Pascifera, protettore dei boschi e degli animali selvatici

GMM Costruzioni Nuoro Sardegna

Su Pascifera, personaggio fantastico protagonista di una leggenda sarda legata alla natura e agli animali selvatici, molto diffusa tra gli abitanti di Seui, nella Barbagia di Seulo.

Ogni luogo in Sardegna, conserva i suoi miti e le sue leggende, alcune tramandate da centinaia di anni, in ogni paese le persone più sagge e anziane hanno infinite storie da raccontare, un bagaglio storico oltre che leggendario, tanto ricco da rimanerne affascinati.

La leggenda de Su Pascifera è ancora molto viva e presente, e narra di un personaggio fantastico, che protegge i boschi e gli animali selvatici che vi abitano.

Spostandosi verso sud, lo stesso personaggio è riconosciuto anche con diversi nomi, a Nurri per esempio è conosciuto come Su Straivera, a Donori invece è chiamato Su Vascifera.

La leggenda narra che sia uno spirito invisibile che abita i boschi e le foreste, una sorta di pastore capace di comunicare con gli animali selvatici, e li protegge da possibili pericoli come incendi o cacciatori. Si dice che Su Pascifera, potesse rendere immuni gli animali, attraverso una sorta di scudo, dai fucili e dai proiettili dei cacciatori, oltre che da altre forme di pericolo.

Tra i cacciatori infatti, ancora oggi, capita spesso di sentirlo nominare. Non è raro che il suo nome salti fuori durante le battute di caccia, per giustificare un tiro non andato a segno o una preda persa. I cacciatori più anziani, nutrono grande rispetto per questa figura mitologica, e ancora tramandano questa leggenda ai più giovani, insegnando loro a non essere avidi e frettolosi, e ad attendere il momento giusto per attaccare, cogliendo un momento di distrazione de Su Pascifera.

 

Scopri la sardegna

Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Palmavera, il complesso nuragico ad Alghero
Palmavera, il complesso nuragico ad Alghero
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
Cane malu, la bellezza disarmante della piscina naturale di Bosa
Cane malu, la bellezza disarmante della piscina naturale di Bosa
La maledizione di Rebeccu, il paese fantasma
La maledizione di Rebeccu, il paese fantasma
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Il Tempio di monte d’Accoddi, un simil-ziqqurat unico in Europa
Il Tempio di monte d’Accoddi, un simil-ziqqurat unico in Europa
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Fonte Sacra Su Lumarzu, testimonianze della civiltà nuragica
Fonte Sacra Su Lumarzu, testimonianze della civiltà nuragica
Il Museo del Banditismo di Aggius, 4 sale per un’imperdibile viaggio nel passato
Il Museo del Banditismo di Aggius, 4 sale per un’imperdibile viaggio nel passato
Burgos in Sardegna e la sua gemella spagnola
Burgos in Sardegna e la sua gemella spagnola
La sorgente sottomarina di Cala Mariolu
La sorgente sottomarina di Cala Mariolu
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
Torre dei Dieci Cavalli a Muravera, lo storico baluardo
Torre dei Dieci Cavalli a Muravera, lo storico baluardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il lago di Baratz, custode di un’antica città perduta
Il lago di Baratz, custode di un’antica città perduta
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
La città più antica d’Italia è Sulky, in Sardegna
La città più antica d’Italia è Sulky, in Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *