Il "Cimitero degli inglesi" a Golfo Aranci
Condividi con i tuoi amici

La denominazione proviene dalla tradizione popolare

Per tanto tempo si è creduto che sotto quelle croci riposassero i corpi dei marinai inglesi

Cimitero degli inglesi Golfo Aranci

“Cimitero degli inglesi” a Cala Greca

A sud di Capo Figari, alle spalle della favolosa spiaggia di Cala Greca, c’è una piccola valle che digrada verso il mare. Qui si nasconde un piccolo camposanto, noto come il Cimitero degli Inglesi. 

Dovrebbe essere semplice capire di cosa stiamo parlando, ma il nome a volte può ingannare, come in questo caso.

Il piccolo cimitero custodisce 13 tombe a tumulo e un parallelepipedo in pietra di forma piramidale, sormontato da due tronchi di ginepro chiodati a croce.

Una lapide in marmo, eretta nel 1891 dalla “Navigazione Generale Italiana” ricorda cinque marinai, che morirono nel naufragio del veliero ligure “Generoso II” nel 1887.

La denominazione Cimitero degli Inglesi proviene esclusivamente dalla tradizione popolare.

Per tanto tempo si è creduto che sotto quelle croci riposassero i corpi dei marinai inglesi naufragati a Capo Figari, in realtà l’unico militare inglese sepolto è George Christian Bradshaw, deceduto sulla nave Vulcan nel 1900. La sua tomba si contraddistingue per la presenza di una grande croce celtica realizzata in legno dipinto di bianco.

Le altre sepolture, segnate da una piccola croce composta da due tronchi di ginepro, appartengono a marinai italiani morti in diversi naufragi avvenuti nel corso dei secoli passati.

Si racconta che tra quelle tombe ci siano anche quelle di alcuni Golfoarancini di cui, purtroppo, si sono perduti i nomi e la precisa ubicazione della sepoltura.

Info 

Ingresso: Libero

Parcheggio: Si

Distanza a piedi: 1500m

Foto: Sara Muggittu

Ti è piaciuto l’articolo? Leggi anche Lo Spuligadentes

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 

Come arrivare al Cimitero degli inglesi

Scopri la sardegna

La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La Foresta di Girgini a Desulo
La Foresta di Girgini a Desulo
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Arco dei Baci a Sant’Antioco
Arco dei Baci a Sant’Antioco
2 pensiero su “Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci”
  1. Finalmente un articolo che racconta la storia reale del piccolo cimitero!
    È un cimitero di marinai Italiani!
    Il giovane inglese… unico straniero sepolto li… morì di malaria sulla nave britannica Vulcan!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *