Quando si volava con Alisarda, l'orgoglio dei sardi
Condividi con i tuoi amici

Alisarda, la compagnia aerea sarda fondata nel 1963 da Aga Khan

Secret Tattoo Olbia

Alisarda, storia di successo e orgoglio sardo

Alisarda nasce il 29 marzo 1963 a Olbia frutto dell’idea di Karīm al-Husaynī, meglio noto come Imam Aga Khan IV, il padre fondatore del “brand” Costa Smeralda.

Nata con lo scopo di favorire lo sviluppo della Costa Smeralda, inizia ufficialmente la sua avventura il 1º aprile 1964 presso l’aeroporto di Venafiorita, a Olbia, con due bimotori Beechcraft C-45 da otto posti (foto in basso).

L’esemplare è stato poi restaurato ed esposto all’interno dell’aerostazione dell’aeroporto di Olbia.

Nel primo anno d’attività i passeggeri trasportati furono 186.

Nel 1966, primo anno di attività come vettore di linea, furono effettuati sull’unica tratta autorizzata, Olbia – Roma Fiumicino – Olbia, 662 voli commerciali e trasportati 5.640 passeggeri.

Dal 30 maggio 1966 acquisisce una nuova tratta Olbia – Milano Linate – Olbia utilizzando due Nord 262, capaci di trasportare 26 passeggeri.

Nel 1968 la compagnia sarda, inizia timidamente ad espandersi anche all’estero e aggiunge come destinazione Nizza, in Francia.

Nel 1971 entrò in funzione la tratta Olbia – Torino con scalo a Nizza e nel 1972 i velivoli dell’Alisarda giunsero anche a Genova, Bologna e Pisa.

Investimenti anche su nuove strutture aeroportuali, Alisarda realizzò un grande hangar con sofisticate attrezzature che consentirono alla Compagnia di effettuare autonomamente l’assistenza tecnica ai propri aerei.

Nel 1978 fu assegnata ad Alisarda la rotta Cagliari – Milano Linate – Cagliari in concessione governativa, la capacità operativa della Compagnia inizia a crescere a dismisura, la flotta viene potenziata e i risultati sono importanti.

Alla fine del 1985, risultarono trasportati 791.439 passeggeri, su una rete che comprendeva, oltre alle linee già citate, anche quelle verso Catania, Torino, Venezia, Düsseldorf, Parigi, Ginevra, Francoforte e Zurigo.

La fine di un’era 

Il 3 maggio 1991 l’Assemblea straordinaria dei soci delibera il cambio della ragione sociale in Meridiana.

La compagnia di bandiera perde il nome associato alla Sardegna ma resta di proprietà di Aga Khan IV. E’ solo l’inizio della fine. Creazione di Holding, acquisizioni di società e investimenti scellerati porteranno al tracollo totale. Malagestione, concorrenza spietata e “leggi” della finanza, mettono fine alla “leggenda” di Alisarda.

Una nuova compagnia aerea sarda?

“Una compagnia aerea tutta sarda per dare una soluzione strutturale al tema della continuità territoriale e preservare le competenze di centinaia di lavoratori ex Air Italy”, queste, le parole del Presidente della Regione Sardegna Solinas pronunciate a inizio 2022. Sarà pessimismo, ma è difficile credere alla nascita di una compagnia regionale aerea solida e efficiente in questo periodo storico.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 
Quando si volava con Alisarda, l'orgoglio dei sardi
Quando si volava con Alisarda, l'orgoglio dei sardi

Scopri la sardegna

La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
La Casa Campidanese, caratteristiche abitazioni in terra cruda
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
L’incantevole Faro di Punta Sardegna, il guardiano bianco
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
La spiaggia del relitto di Caprera e il naufragio del motoveliero Trebbo nel 1955
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
Il Giardino botanico Maidopis, oasi naturale circondata dalla foresta dei Sette fratelli
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La Foresta di Girgini a Desulo
La Foresta di Girgini a Desulo
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Il Castello di Sassai – Storia e leggenda di un’antica fortezza
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il cerchio magico di Lu Bagnu, la leggenda di una roccia a Castelsardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Su Casu Martzu, come si ottiene il formaggio più “pericoloso” al mondo
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Domus de janas “La Rocca”, la casa della fate di Sedini
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Pranu Trebini – La città di roccia a Villaputzu
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Il Castellaccio dell’Asinara e la leggenda del pirata Barbarossa
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Sa Bovida – Ex carcere spagnolo, oggi particolare museo di Aritzo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Foresta Campidano, risultato di opere di rimboschimento del XX secolo
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
Parco naturale Tepilora, l’unica “Riserva della biosfera” UNESCO in Sardegna
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
La maschera di pietra di Golgo, il guardiano dell’altopiano
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Sa Pinnetta, le antiche costruzioni pastorali tipiche della Sardegna
Arco dei Baci a Sant’Antioco
Arco dei Baci a Sant’Antioco
Un pensiero su “Quando si volava con Alisarda, l’orgoglio dei sardi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *