Sardinia Street a Londra, 300 anni di storia e la cappella sarda
Condividi con i tuoi amici

Sardinia Street è una breve strada nella City of Westminster

Ristorante da Paolo cagliari

Sardegna Street ieri e oggi

In precedenza vi abbiamo parlato della Cagliari in Trentino, questa volta vi proponiamo un’altra curiosità legata alla Sardegna con una storia che arriva da Londra.

La protagonista della storia é una strada, proprio quella in foto, una “street” di Londra, dedicata alla nostra isola, per la precisione “Sardinia Street”, una breve strada nella City of Westminster e nel London Borough of Camden che va da Kingsway all’angolo sud-ovest di Lincoln’s Inn Fields

L’attuale strada prende il nome dalla vecchia Sardinia Street che fu soppressa durante la costruzione di Kingsway nel 1905.

La storia

La vecchia Sardinia Street, era la continuazione di Kemble Street, dov’era presente anche una cappella cattolica romana.

Il terreno su cui è costruita la strada nel 1652 divenne proprietà di Humphrey Weld, un avvocato inglese, membro della famiglia reale, che costruì una casa che affittò nel 1661 con un contratto di locazione di 21 anni. 

La casa immediatamente a sud era la casa dell’Ambasciatore sardo che all’inizio deteneva l’unico ingresso alla cappella sarda che si affacciava su Sardinia street.

La strada fu ribattezzata “Via Sardegna” alla fine dell’Ottocento. 

La strada fu accorciata e traslocata durante la costruzione di Kingsway, che fu ufficialmente aperta dal re Edoardo VII nel 1905

La nuova Sardinia Street, molto più breve dell’originale, ed è stata costruita più a sud e collega Kingsway all’angolo sud-ovest di Lincoln’s Inn Fields.

Cappella dell’Ambasciata sarda

La cappella esisteva diversi anni prima di diventare una cappella dell’ambasciata sarda

Durante il regno di Giacomo II, 54 Lincoln’s Inn Fields fu occupato dai sacerdoti dell’Ordine Francescano , che vi costruirono una cappella dietro. 

Dopo la fuga di Giacomo II nel 1688, i francescani si ritirarono e la cappella fu distrutta dalla folla. 

Nel 1700 gli edifici restaurati furono occupati dall’ambasciata portoghese, che probabilmente vi si trasferì subito dopo il 1688. Nel 1715 vi è registrata una cappella dell’ambasciata siciliana

Nel 1720 il Duca di Savoia scambiò con l’Imperatore il suo regno di Sicilia con il regno di Sardegna. 

Il primo riferimento alla cappella sarda risale al 1722

Nel 1759 la cappella fu rasa al suolo da un incendio, ma nel giro di tre anni fu eretto a spese del re di Sardegna un nuovo edificio bello e spazioso.

L’ex cappella sarda fu demolita nel 1909 e sostituita dalla Chiesa di Sant’Anselmo e Santa Cecilia.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra

Scopri la sardegna

Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Palmavera, il complesso nuragico ad Alghero
Palmavera, il complesso nuragico ad Alghero
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
La cascata di San Valentino a Sadali, il paese degli innamorati
Cane malu, la bellezza disarmante della piscina naturale di Bosa
Cane malu, la bellezza disarmante della piscina naturale di Bosa
La maledizione di Rebeccu, il paese fantasma
La maledizione di Rebeccu, il paese fantasma
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Grotta Corbeddu, custode dei segreti dell’uomo sardo preistorico
Il Tempio di monte d’Accoddi, un simil-ziqqurat unico in Europa
Il Tempio di monte d’Accoddi, un simil-ziqqurat unico in Europa
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Sa Conca Isteddata, a Irgoli la magia del cielo visto dalla pietra
Fonte Sacra Su Lumarzu, testimonianze della civiltà nuragica
Fonte Sacra Su Lumarzu, testimonianze della civiltà nuragica
Il Museo del Banditismo di Aggius, 4 sale per un’imperdibile viaggio nel passato
Il Museo del Banditismo di Aggius, 4 sale per un’imperdibile viaggio nel passato
Burgos in Sardegna e la sua gemella spagnola
Burgos in Sardegna e la sua gemella spagnola
La sorgente sottomarina di Cala Mariolu
La sorgente sottomarina di Cala Mariolu
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
La casa sull’albero di Allai, una vera chicca da scoprire in Sardegna
Torre dei Dieci Cavalli a Muravera, lo storico baluardo
Torre dei Dieci Cavalli a Muravera, lo storico baluardo
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il “Cimitero degli inglesi” a Golfo Aranci
Il lago di Baratz, custode di un’antica città perduta
Il lago di Baratz, custode di un’antica città perduta
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
Monte Lora – 3 leggende su “La Dormiente” del Sarrabus
La città più antica d’Italia è Sulky, in Sardegna
La città più antica d’Italia è Sulky, in Sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *