Franco Columbu "l'ercole sardo", primo e unico Mr. Olympia italiano
Condividi con i tuoi amici

Franco Columbu, il sardo che conquistò il sogno americano

Ucam banner

Sono tanti i sardi che sono passati alla storia, e uno di questi è proprio Franco Columbu un vero e proprio “ercole sardo“.

La storia di Francesco Columbu, detto Franco, inizia a Ollolai, il suo paese natale. Franco nasce il 7 agosto del 41, e cresce lavorando come pastore e contadino, sviluppando però una passione per la boxe, che iniziò a coltivare all’età di 16 anni, praticando questo sport in una  palestra del paese, conquistando le sue prime vittorie proprio a Ollolai, e diventando un campione dilettante.

Dopo pochi anni decide di lasciare la sua terra per seguire le sue ambizioni, e parte per la Germania, dove inizia a lavorare come manovale. Nel mentre non rinuncia alle sue passioni, allenandosi nelle discipline del powerlifting e del sollevamento pesi, fino al primo incontro con Arnold Schwarzenegger.

I due si incontrarono durante una competizione sportiva nel 1965, e da quel momento, forse un pò per la passione per queste discipline che li accomunava, forse per il fatto di essere entrambi immigrati e lontani dalla loro terra, divennero inseparabili, mettendo le basi e iniziando a costruire quello che sarà il loro legame, ovvero una grande amicizia indistruttibile.

A partire dal 1968 e negli anni a seguire, iniziò la sua scalata verso il successo, conquistando il titolo di Mister Italia proprio nel 68, e a seguire Mister Mondo e Mister Universo, fino ad arrivare al titolo più autorevole di Mister Olympia, che vinse ben 2 volte, nel 1976 e nel 1981, conquistando anche il primato (che ancora detiene) di primo e unico italiano nella storia a conquistare il titolo di Mr. Olympia.

Nel 1969 si trasferì negli USA, dove continuò a conquistare diversi titoli di powerlifting, tra cui anche dei primati mondiali, e al contempo esibendosi in pubblico, sollevando veicoli mentre qualcuno sostituiva una ruota, con il sollevamento di pesi maggiori di 320 kg (700 libbre) e con la classica esplosione della borsa dell’acqua calda col solo fiato, aggiudicandosi così l’appellativo di “The Sardinian strongman“.

Franco Columbu intraprese anche gli studi per chiropratico, e si laureò in all’Università di Cleveland nel 1977, praticando poi l’attività per molti anni.

Nello stesso anno partecipò all’edizione del Worls’s strongest men, che non vinse a causa di un incidente. Purtroppo mentre era in testa durante la prova di corsa portando un frigorifero sulla schiena, inciampò e si dislocò la gamba sinistra dal ginocchio.

Questo lo portò ad abbandonare la gara, raggiungendo comunque la 5° posizione. Per questo infortunio ricevette un milione di dollari come indennizzo per l’incidente.

Columbu intraprese anche la carriera cinematografica in produzioni di secondo livello, e in brevi apparizioni al fianco dell’amico Schwarzenegger, in Uomo d’acciaio, Conan il barbaroTerminator, L’Implacabile e Last Action Hero – L’ultimo grande eroe. Fu protagonista del film Un poliziotto sull’isola e apparve anche in alcune pubblicità.

Nonostante questo enorme successo Franco Columbu è sempre rimasto profondamente legato alle sue origini, infatti almeno 2 volte all’anno tornava in Sardegna, e ad ogni viaggio portava con se nella sua casa in California i prodotti tipici dell’isola, come pane, formaggio e soprattutto la bottarga. Inoltre nel suo giardino ha piantato più di 20 piante di mirto sardo, da cui lui stesso raccoglieva le bacche per farne del buon mirto.

La Sardegna è anche il luogo dove è morto il 30 agosto 2019, colto da un malore mentre faceva il bagno a San Teodoro, ha perso la vita a 78 anni all’ospedale di Olbia. Franco Columbu è stato seppellito a Ollolai, nel cimitero del suo paese, tornando così per sempre nel luogo dove tutto è iniziato, e che le ha permesso di diventare un grande uomo che ha fatto la storia.

Unisciti al nostro nuovo canaleTelegram – Entra

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, POTREBBE INTERESSARTI ANCHE…

Scopri la sardegna

Le piscine naturali “Is Caddaias” tra Gadoni e Seulo
Le piscine naturali “Is Caddaias” tra Gadoni e Seulo
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Faro Mangiabarche, le origini del nome
Faro Mangiabarche, le origini del nome
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Parco Beranu Froriu, il giardino di Turri e la magia dei tulipani in Sardegna
Parco Beranu Froriu, il giardino di Turri e la magia dei tulipani in Sardegna
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
L’isolotto dei fichi d’India, un  mini paradiso nel golfo di arzachena
L’isolotto dei fichi d’India, un mini paradiso nel golfo di arzachena
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La cascata di Capo Nieddu, un tuffo di 40 metri direttamente sul mare
La cascata di Capo Nieddu, un tuffo di 40 metri direttamente sul mare
Nuraghe “Nuracale”, uno dei più imponenti del Montiferru
Nuraghe “Nuracale”, uno dei più imponenti del Montiferru
Duomo di Oristano, la cattedrale più grande di tutta la Sardegna
Duomo di Oristano, la cattedrale più grande di tutta la Sardegna
Su Crastu de Santu Eliseu, la domus de janas che fu anche una chiesa
Su Crastu de Santu Eliseu, la domus de janas che fu anche una chiesa
Parco di Villascema, la valle dei ciliegi di Villacidro
Parco di Villascema, la valle dei ciliegi di Villacidro
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
“Un Bosco da Fiaba” e il gufo di legno a Monte Arci
“Un Bosco da Fiaba” e il gufo di legno a Monte Arci
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *