Ranieri cittadino onorario di Cagliari
Condividi con i tuoi amici

Voto unanime del consiglio comunale

Techno Service Sardegna banner

Ranieri cittadino onorario “mi riempie di orgoglio”

Claudio Ranieri, il mister tanto amato dalla tifoseria rossoblù, l’allenatore delle 3 magiche promozioni (una dalla Serie C alla B e due dalla B alla A) da ieri è cittadino onorario di Cagliari.

Lo ha deciso ieri sera il Consiglio comunale del Capoluogo sardo, votando all’unanimità sì alla proposta di conferimento depositata all’indomani dell’ultimo miracolo calcistico, la vittoria nella finale playoff contro il Bari.

Meriti sportivi, certo, ma non è l’unica motivazione.

Per l’assemblea civica ha evidenziato una caratura morale e sportiva degna di questo riconoscimento. Un esempio proprio nella gara decisiva al San Nicola con la richiesta alla tifoseria, dopo la vittoria, di applaudire la squadra avversaria.

Ma la città sa anche che si tratta di un amore corrisposto: anche nel momento più alto della sua carriera (la vittoria in Premier con il Leicester) Ranieri nelle interviste ha sempre parlato di Cagliari con affetto e riconoscenza. Ricordando sempre che la sua carriera è partita proprio dalla Sardegna.

Era l’estate del 1988: la proprietà dei fratelli Orrù e il ds Longo avevano individuato in lui l’uomo della possibile resurrezione. E ci avevano visto giusto: subito promozione in B e poi immediato salto in A. Nella massima serie, infine, una salvezza in rimonta prima del trasferimento al Napoli.

Italia, Francia, Spagna, Inghilterra, Grecia. Ma Ranieri l’ha sempre detto: ci rivedremo. E infatti, appena si è presentata l’occasione, ha detto sì alla chiamata del Cagliari, trascinando poi la squadra rossoblu prima ai playoff e poi alla promozione.

Ora alla guida del suo Cagliari, sta rincorrendo la salvezza. Un allenatore che si fa volere bene: anche Catanzaro nel 2016 gli ha regalato la cittadinanza onoraria. Ora a Cagliari tutto è pronto per la cerimonia del conferimento. “Ne sarei molto orgoglioso – aveva detto Ranieri qualche settimana fa in conferenza stampa quando era circolata la notizia della presentazione delle due mozioni – ma io mi sento già cittadino onorario, mi ha fatto cittadino la gente. Se poi anche l’amministrazione dovesse conferirmi la cittadinanza sarei molto orgoglioso”.

“Ringrazio di cuore il sindaco e tutta l’amministrazione comunale per avermi concesso la cittadinanza onoraria, è un riconoscimento che mi riempie di orgoglio”.

Lo ha detto il tecnico del Cagliari Claudio Ranieri dopo il conferimento della cittadinanza onoraria da parte del consiglio comunale del capoluogo della Sardegna.

“Il mio sentito ringraziamento va al Cagliari Calcio, ai miei due presidenti Tonino Orrù, con i fratelli, e Tommaso Giulini, tutti i dirigenti. E poi tutte quelle persone che ogni giorno hanno lavorato e lavorano con me in rossoblù: staff tecnici e sanitari, magazzinieri, tutti i calciatori di allora e oggi.Tutti i tifosi. Senza di loro nessun risultato sarebbe stato possibile”.

E ancora: “La città di Cagliari e l’Isola mi hanno accolto per la prima volta tanti anni fa e da allora hanno sempre fatto parte di me. Anche quando un giorno le strade si sono divise, la gente ha continuato a farmi sentire speciale, senza mai perdere occasione di dimostrami il suo affetto. Mi avete fatto sentire sempre come uno di voi. Se ritrovarci era nell’ordine naturale delle cose, festeggiare ancora insieme, contribuire a far felice un intero popolo, è stata in assoluto per me tra le emozioni più grandi. Riconquistata la Serie A, abbiamo tanta strada da fare. E servirà l’aiuto di tutti”.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 

Scopri la sardegna

Ai piedi di una sughera l’esatto centro geografico della Sardegna
Ai piedi di una sughera l’esatto centro geografico della Sardegna
Le piscine naturali “Is Caddaias” tra Gadoni e Seulo
Le piscine naturali “Is Caddaias” tra Gadoni e Seulo
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Museo del mattoncino Karalisbrick, la magia dei Lego a Cagliari
Faro Mangiabarche, le origini del nome
Faro Mangiabarche, le origini del nome
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Sa Trona, incredibile monumento naturale a Escalaplano
Parco Beranu Froriu, il giardino di Turri e la magia dei tulipani in Sardegna
Parco Beranu Froriu, il giardino di Turri e la magia dei tulipani in Sardegna
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
Sella del Diavolo: le 2 leggende sulle origini del nome
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
A Norbello un museo e un parco dedicati al fumetto
L’isolotto dei fichi d’India, un  mini paradiso nel golfo di arzachena
L’isolotto dei fichi d’India, un mini paradiso nel golfo di arzachena
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La leggenda della “Billellera” la fontana di Sorso che rende pazzi
La cascata di Capo Nieddu, un tuffo di 40 metri direttamente sul mare
La cascata di Capo Nieddu, un tuffo di 40 metri direttamente sul mare
Nuraghe “Nuracale”, uno dei più imponenti del Montiferru
Nuraghe “Nuracale”, uno dei più imponenti del Montiferru
Duomo di Oristano, la cattedrale più grande di tutta la Sardegna
Duomo di Oristano, la cattedrale più grande di tutta la Sardegna
Su Crastu de Santu Eliseu, la domus de janas che fu anche una chiesa
Su Crastu de Santu Eliseu, la domus de janas che fu anche una chiesa
Parco di Villascema, la valle dei ciliegi di Villacidro
Parco di Villascema, la valle dei ciliegi di Villacidro
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
La Casa della Contessa, la leggenda della villa abbandonata di Costa Rei
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
Grotta Taquisara a Gairo Sant’Elena, un luogo unico
“Un Bosco da Fiaba” e il gufo di legno a Monte Arci
“Un Bosco da Fiaba” e il gufo di legno a Monte Arci
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
Pompu, il posto più lontano da qualsiasi luogo
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *