Gaetano Cima, il grande architetto sardo del XIX secolo
Condividi con i tuoi amici

Tra le sue opere, il monumentale Ospedale civile di Cagliari

Immobiliare terzo Millennio Agenzia Cagliari

Gaetano Cima, un pioniere

Quando si parla di architettura sarda, non si può non citare l’architetto Gaetano Cima, che occupa un posto di assoluto rilievo, come testimonia il fatto che egli abbia svolto efficacemente nella seconda metà dell’Ottocento un ruolo di maestro sia in qualità di docente all’Università di Cagliari sia, più in generale, per l’efficacia esemplare dei prodotti della propria attività professionale, assunti da molti architetti coevi come più o meno espliciti modelli.

L’architetto Gaetano Cima nasce a Cagliari nel 1805 e muore nella stessa città natale nel 1878. Fu il primo architetto sardo ad intraprendere studi regolari a Torino, poi ampliati e completati all’Accademia di Belle Arti di Roma. Questo suo percorso di formazione, che possiamo definire senza esitare “canonico”, fu certamente determinante nell’imprimere alla sua attività una chiara impronta di rigore professionale.

Concluso il periodo di formazione, ha inizio la sua collaborazione con l’amministrazione pubblica, in particolare come collaboratore del Cominotti nel Genio Civile, e come direttore dell’Ufficio Tecnico del Comune di Cagliari.

Questi impegni, di notevole responsabilità, rappresentano però al tempo stesso per Gaetano Cima importanti opportunità di crescita professionale, dovuti anche alla straordinaria congiuntura storica in cui egli si trova ad operare a Cagliari, nel momento cioè in cui la città si trova a fare i conti con nuove e cruciali questioni, come la ridefinizione del proprio ruolo politico a livello “nazionale”, del suo statuto di piazzaforte marittima e di città portuale aperta verso orizzonti mediterranei, centro di scambi commerciali e dunque fulcro potenziale di una vasta regione.

Costruì o intervenne parzialmente su chiese (San Giacomo di Cagliari, chiesa parrocchiale della Madre di Dio di Guasila, San Francesco di Oristano), palazzi e ville nobiliari dai canoni palladiani (Villa Santa Maria a Pula, di proprietà della famiglia Cugia, e Villa Aymerich a Laconi), teatri (teatro civico di Cagliari, andato distrutto nei bombardamenti del 1943). Ma la sua più importante opera fu il monumentale Ospedale civile di Cagliari, di stile rigorosamente neoclassico, modernissimo per l’epoca (1842).

Fondamentale fu anche l’opera del Cima in campo urbanistico. Il progetto di sistemazione urbanistica di Cagliari, definitosi con modifiche dopo il 1861, vedeva come elementi architettonici emergenti il palazzo comunale, in gustoso stile Liberty, e la terrazza neoclassica Umberto I, sorta sul luogo dell’abbattuto bastione di St. Remy.

In sintesi è possibile affermare che Gaetano Cima, operando all’insegna di una cifra architettonica contrassegnata da un pacato razionalismo, divenne ben presto un autorevole punto di riferimento nell’ambito dell’architettura isolana.

Tutte le opere del Cima

Ospedale San Giovanni di Dio - Cagliari
Ospedale San Giovanni di Dio - Cagliari
Palazzo Aymerich - Laconi
Palazzo Aymerich - Laconi
Villa Santa Maria - Pula
Villa Santa Maria - Pula

Architettura civile

  • Ospedale San Giovanni di Dio a Cagliari, è considerato l’opera più importante del Cima. Edificio a suo tempo modernissimo, venne edificato tra gli anni ’40 e ’50 del XIX secolo.
  • Palazzo Aymerich a Laconi
  • Palazzo comunale a Laconi
  • Villa Santa Maria a Pula
  • Villa Pitzalis a Tuili
  • Casino Tola a San Sperate
  • Palazzo Corrias Carta a Oristano
  • Teatro Civico di Cagliari, rielaborazione del progetto dell’architetto Giuseppe Cominotti datato 1831-1832
  • Palazzo Piroddi (1870) a Lanusei

Architettura religiosa

  • Chiesa di Santa Maria Assunta, parrocchiale di Guasila, edificata tra il 1840 e il 1852
  • Cattedrale dell’Immacolata a Ozieri
  • Chiesa di San Francesco a Oristano
  • Facciata della chiesa collegiata di San Giacomo a Cagliari
  • Chiesa di Nostra Signora di Monserrato (Burcei) a Burcei, edificata su progetto del Cima nel 1886
  • Campanile destro della concattedrale di Terralba, realizzato su progetto del Cima nel 1840.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra

storia

Pellegrinaggio Sinnai – Bonaria 2024, riprende il cammino dei fedeli
Pellegrinaggio Sinnai – Bonaria 2024, riprende il cammino dei fedeli
Scudetto del Cagliari 54 anni fa, prima festa senza Rombo di tuono
Scudetto del Cagliari 54 anni fa, prima festa senza Rombo di tuono
Idrovolante S55, 96 anni fa il primo volo da Ostia a  Cagliari
Idrovolante S55, 96 anni fa il primo volo da Ostia a Cagliari
Festa della donna – 3 donne sarde che hanno fatto la storia
Festa della donna – 3 donne sarde che hanno fatto la storia
Su Crastu de Santu Eliseu, la domus de janas che fu anche una chiesa
Su Crastu de Santu Eliseu, la domus de janas che fu anche una chiesa
Su Zichi, alla scoperta del pane tipico di Bonorva
Su Zichi, alla scoperta del pane tipico di Bonorva
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
La roccia dell’elefante a Castelsardo, un capolavoro tra storia e natura
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Culter – A Pattada il museo internazionale del coltello
Franca Dallolio, prima Miss Italia sarda della storia
Franca Dallolio, prima Miss Italia sarda della storia
Franco Columbu “l’ercole sardo”, primo e unico Mr. Olympia italiano
Franco Columbu “l’ercole sardo”, primo e unico Mr. Olympia italiano
Mussolini e i 20 giorni di prigionia in Sardegna
Mussolini e i 20 giorni di prigionia in Sardegna
Il Romaniska, l’antico e misterioso gergo dei ramai di Isili
Il Romaniska, l’antico e misterioso gergo dei ramai di Isili
Il Museo del Banditismo di Aggius, 4 sale per un’imperdibile viaggio nel passato
Il Museo del Banditismo di Aggius, 4 sale per un’imperdibile viaggio nel passato
Torre dei Dieci Cavalli a Muravera, lo storico baluardo
Torre dei Dieci Cavalli a Muravera, lo storico baluardo
Il mistero del Capitano Looman, la sua lapide al cimitero monumentale di Bonaria
Il mistero del Capitano Looman, la sua lapide al cimitero monumentale di Bonaria
Su ballu ‘e s’arza – La danza curativa delle 21 donne
Su ballu ‘e s’arza – La danza curativa delle 21 donne
Sardinia, il film Disney del 1956 girato in Sardegna
Sardinia, il film Disney del 1956 girato in Sardegna
Olbia – Sa Testa, 17 gradini verso la sorgente sacra
Olbia – Sa Testa, 17 gradini verso la sorgente sacra
I Barracelli – Il corpo di polizia più antico d’Europa
I Barracelli – Il corpo di polizia più antico d’Europa
I Galanzieri, marinai carlofortini, storia di un antico mestiere sardo
I Galanzieri, marinai carlofortini, storia di un antico mestiere sardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *