cagliari

Il sindaco di Cagliari stabilisce divieti e obbligi per l'estate 2022

Il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, con 3 ordinanze per l’estate 2022, non lascia scampo ad atti incivilità e inquinamento.

Su tutto il territorio di Cagliari infatti, da mercoledì 1 Giugno entreranno in vigore 3 distinte ordinanze, e resteranno valide fino al 31 Ottobre 2022.

 

DIVIETO DI FUMO SU TUTTE LE SPIAGGE DI CAGLIARI

Con Ordinanza n. 41 del 30 maggio 2022, il Sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, ha disposto il divieto di fumo e di abbandono di rifiuti di prodotti da fumo su tutte le spiagge ricadenti nel territorio comunale.

Il provvedimento, contingibile e urgente per la tutela della salute pubblica in città, avrà decorrenza dal 1 giugno 2022 e sarà operativo fino al 31 ottobre 2022.

Il divieto si rivolge a tutti i cittadini, residenti e non residenti, del Comune di Cagliari e riguarda tutte le spiagge ricadenti nel territorio di competenza del Comune.

La violazione dell’Ordinanza, salva l’applicazione dell’art.650 del Codice Penale o delle altre leggi e Regolamenti generali e speciali in materia di tutela dell’ambiente, igiene pubblica, è punita con le sanzioni amministrative (previste dall’art.7 bis del D.Lgs n.267/2000) da euro 25 a euro 500.

L’abbandono dei mozziconi di sigaretta e/o rifiuti prodotti dal fumo sull’arenile, comporta l’applicazione della sanzione pecuniaria da euro 100 a euro 500 (art.72, commi 2 e 4 del Regolamento comunale per la disciplina della gestione dei rifiuti e dei servizi di igiene urbana.

 

DIVIETO DI PRODOTTI IN PLASTICA MONOUSO SU TUTTE LE SPIAGGE DI CAGLIARI

Per tutto il periodo estivo, a partire da mercoledì 1 giugno e fino a lunedì 31 ottobre 2022, nelle spiagge del Comune di Cagliari sarà in vigore il divieto di utilizzo di prodotti in plastica monouso non compostabili e non biodegradabili. A titolo esemplificativo si tratta di: contenitori, agitatori per bevande, cannucce e stoviglie (posate, forchette, coltelli, cucchiai, bacchette e piatti).

Tale provvedimento è stato adottato dal Sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, con Ordinanza n.42 firmata oggi, lunedì 30 maggio 2022.

La finalità è quella di ridurre la produzione di rifiuti durante la stagione estiva, diminuire il ricorso a materie prime non rinnovabili derivanti dal petrolio, salvaguardare l’ecosistema marino e litoraneo, migliorare la qualità delle spiagge e ridurre i costi per la rimozione e lo smaltimento delle plastiche monouso abbandonate e/o depositate sulle spiagge comunali.

La violazione dell’Ordinanza, salva l’applicazione dell’art.650 del Codice Penale o delle altre leggi e Regolamenti generali e speciali in materia di tutela dell’ambiente, igiene pubblica, è punita con le sanzioni amministrative (previste dall’art.7 bis del D.Lgs n.267/2000) da euro 25 a euro 500.

 

OBBLIGHI PER I PROPRIETARI DI CANI IN FAVORE DEL DECORO DEGLI AMBIENTI URBANI DELLA CITTA’ DI CAGLIARI

Il sindaco Paolo Truzzu, con propria Ordinanza n. 43 del 30/05/2022, ai fini della tutela della salute pubblica e del decoro urbano, ha disposto l’obbligo, a far data dal 1 giugno 2022 e sino al 31 ottobre 2022, per tutti i proprietari e per i detentori a qualsiasi titolo di cani, nonché per persone anche solo temporaneamente incaricate della loro custodia e/o conduzione, ad integrazione di quanto prescritto dall’art. 60 del regolamento di igiene urbana, approvato con deliberazione del Consiglio comunale n.164 del 13.11.2018:

  •  di munirsi, durante l’accompagnamento dei cani, di apposite bottigliette, spruzzatori o altri contenitori d’acqua da versare all’occorrenza, senza aggiunta di sostanze chimiche o di detergenti;
  • di riversare una congrua quantita’ d’acqua in corrispondenza del punto interessato dalle deiezioni liquide prodotte dai cani ai fini della loro diluizione e della ripulitura delle superfici interessate, su tutte le aree urbane pubbliche o ad uso pubblico e relativi manufatti e sulle aree private che si affacciano suaree pubbliche o ad uso pubblico, nonché sui mezzi di locomozione parcheggiati sulla pubblica via.


E’ fatto divieto assoluto di consentire ai cani di urinare a ridosso dei portoni di ingresso e degli accessi ad abitazioni e negozi, vetrine.


Per gli inadempienti è stabilita una sanzione pecuniaria da euro 100 a euro 500; fatte salve l’eventuale azione penale e risarcitoria per i danni cagionati.

autocarrozzeria mura lobina cagliari
BANNER 1.1 N.S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.