gnt truzzu paolo 1 d0

Truzzu a Forum Mediterraneo, ora strada politica e diplomatica

“Oggi serve iniziativa politica e diplomatica, sperando in una maggiore incisività dell’Europa e dei nostri leader.

Insieme a tutti i sindaci siamo a disposizione per aiutare i profughi ucraini e quanti scappano dalla guerra.

Le porte di Cagliari sono aperte in termini di ospitalità e per ogni genere di aiuto necessario”. Lo ha detto il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu che si trova a Firenze per partecipare al Forum del Mediterraneo, organizzato dal sindaco Dario Nardella, che coinvolge tutti i vescovi e i Sindaci delle principali comunità che si affacciano sul mare Nostrum.
    “Siamo molto preoccupati per l’evolversi della situazione – ha aggiunto – e non possiamo che auspicare con forza il cessate il fuoco. Siamo vicini alle popolazioni che oggi soffrono. Le città sono luoghi di pace e di vita condivisa. Colgo anche l’occasione per stringermi intorno alla comunità ucraina cagliaritana”.

300 FAMIGLIE SARDE PRONTE A OSPITARE BIMBI IN FUGA – Dopo 24 ore dal lancio dell’appello, la mail dell’Associazione Cittadini del Mondo OdV di Cagliari, ha ricevuto oltre 300 disponibilità di famiglie ad accogliere i bambini ucraini in fuga dalle zone di guerra. “Tante le nostre famiglie che in questi anni hanno ospitato i bambini bielorussi attraverso il Progetto Chernobyl e che oggi danno la disponibilità ad accogliere i bambini ucraini dalle zone di guerra, dimostrando che la solidarietà non conosce confini e nazionalità ma vuole essere un gesto concreto di aiuto – fa sapere l’associazione – La guerra è una tragedia immensa le cui conseguenze le pagano i più deboli, in particolare i bambini”.

“Ribadiamo i nostri contatti: chi fosse interessato può contattare la nostra Associazione alla mail: cittadinidelmondo.ca@gmail.com oppure alla mail della federazione AVIB federazione.avib@gmail.com, che opera a livello nazionale, per poter creare una mailing list delle famiglie disponibili, attraverso la quale non appena sarà chiaro come poter procedere alle accoglienze comunicheremo le modalità operative”, conclude l’associazione.

ANSA

MD Cagliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.