sondaggio russia

Il 75 % dei cittadini russi non escludeva la guerra

Nel Dicembre 2021, la Levada Analytical Center (Levada-Center) organizzazione di ricerca non governativa russa, nel 2016 inserita dal Ministero della Giustizia russo nel registro delle ONG che svolgono le funzioni di agenti stranieri, quindi assolutamente imparziale, chiedeva ai cittadini russi un parere sul possibile scontro tra Russia e Ucraina, il 75 % dei cittadini non escludeva che le tensioni nei pressi dei confini orientali dell’Ucraina sarebbero degenerate in una guerra con la Russia. Questo è quanto emergeva dai risultati di un sondaggio dedicato all’aggravarsi del conflitto nel Donbass. In particolare il 3% degli intervistati riteneva inevitabile un conflitto armato diretto tra Mosca e Kiev, il 36% lo considerava abbastanza probabile, il 38% lo riteneva possibile anche se poco probabile, mentre soltanto il 15% del campione intervistato ha affermato che tale possibilità sia da escludere. Esattamente il 50% dei partecipanti al sondaggio considera gli Stati Uniti e i Paesi della Nato colpevoli dell’aggravarsi della situazione nell’Ucraina orientale, il 16% ha definito l’Ucraina responsabile dell’escalation, il 4% ritiene che la colpa ricada sulla Russia, quindi Putin, ed il 3% ha puntato il dito contro le autoproclamate repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk.

spirit boutique bar olbia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.