inps nuoro

"Sono 37 i dipendenti andati in pensione e non sostituiti"

A lanciare l’allarme, i sindaci del territorio e i rappresentanti del Consiglio generale della Federazione pensionati della Cisl di Nuoro (Fnp) che chiedono una soluzione immediata.

“Le forze politiche e istituzionali attivino tutte le proteste del caso contro l’insensibilità dell’Inps verso la Regione e verso i pensionati e i lavoratori della Provincia di Nuoro, che subiscono i ritardi dell’istituto a causa della carenza di organico”.

Trentasette dipendenti dell’istituto previdenziale del capoluogo sono andati in pensione negli ultimi due anni e non sono stati sostituiti. Una situazione che sta portando alla paralisi delle pratiche in corso per i 74 comuni della Provincia Nuoro Ogliastra che contano 200mila residenti. “Non è possibile che l’Inps, alimentato dai contributi versati dai lavoratori, costringa pensionati e categorie deboli a lungaggini che complicano la vita di anziani e ammalati già provati dalla pandemia – hanno detto i rappresentanti regionali e territoriali di Fnp, Alberto Farina, Pietro Bassu e Maria Luisa Ariu – Assistiamo all’ insensibilità dell’Inps e allo scarso peso politico delle istituzioni locali e regionali, che non riescono a intervenire per risolvere i problemi previdenziali, assistenziali e sanitari del territorio”.
    Sul tema nei giorni scorsi era intervenuto anche il Consiglio regionale: “Tutte le voci rimaste inascoltate – concludono i sindacalisti della Cisl – A questo punto chiediamo alle istituzioni di attivarsi anche con la protesta al fine di risolvere i problemi segnalati”. 

ANSA

MD Cagliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.