cane robot

Iniziata la sperimentazione

La sperimentazione del nuovo progetto targato Ghost Robotics è iniziato. Cani robotici in grado di pattugliare il confine meridionale degli Stati Uniti, zona che può essere un luogo inospitale per l’uomo e gli animali, quelli veri,  ed è proprio per questo che il Vision 60, questo il nome “dell’amico a 4 chip”, può essere un controllore infallibile.

Le caratteristiche del Vision 60, elencate nel dettaglio da HDblog.it:  peso 45,4 kg, può raggiungere una velocità massima di 3 m/s, percorrere una distanza di 12,6 km e funzionare ininterrottamente per circa tre ore. Il suo cervello è costituito dalla piattaforma Xavier di Nvidia. Trasporto carichi importanti (sino a 9 kg), equipaggiamento con le fotocamere più disparate (a 360 gradi, termiche, zoom, per la visione notturna) e con molteplici sensori (chimici, biologici, per il rilevamento delle radiazioni, etc.). I robot possono muoversi in autonomia o essere controllati a distanza da un operatore.

Il Vision60 può essere dotato anche di armi da fuoco, anche se al momento non c’è alcuna conferma che i modelli in test presso i confini statunitensi ne siano muniti.

Il video di un pattugliamento

POWERED BY
Un pensiero su “USA: Cani robotici per pattugliare i confini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.