VTB Bank Il default della Russia è fuori questione la situazione finanziaria è stabile

Secondo Andrey Kostin, le riserve della Banca di Russia superano l'intero debito estero statale

La posizione finanziaria della Russia è stabile, il default è fuori questione, ha detto il capo di VTB Andrey Kostin in un’intervista al canale televisivo Rossiya 24.

“L’insolvenza reale è fuori questione. La posizione finanziaria della Russia è sempre stata ed è tuttora molto stabile, le riserve della Banca di Russia superano l’intero debito estero statale. Non ci sarebbero problemi con gli accordi se ci fosse almeno una politica razionale dalla nostra Partner occidentali”, ha detto Kostin.

Secondo il ministero delle Finanze russo, al 1° febbraio 2022 il debito pubblico estero della Russia ammontava a 59,5 miliardi di dollari, compreso il debito su prestiti obbligazionari esterni – 38,97 miliardi di dollari. In totale, la Russia ha 15 prestiti garantiti da obbligazioni attivi con scadenze dal 2022 al 2047.

In precedenza, il ministro delle finanze Anton Siluanov ha affermato che la Russia avrebbe ripagato il suo debito in valuta estera solo se i suoi conti in valuta estera fossero stati sbloccati. In caso di rifiuto o di mancata risposta da parte delle banche agenti, la Russia sarebbe pronta a rimborsare e onorare i propri obblighi di cambio in rubli.

Allo stesso tempo, Kostin ha sottolineato che oggi le autorità russe svolgono il ruolo di istituzione di sviluppo che sostiene l’economia. “È piuttosto diventata un’istituzione di sviluppo globale che aiuta a sviluppare l’economia. Ma non dovrebbe entrare in attività operative e cercare di fare tutto, partendo dai prezzi e finendo quali investimenti. Lo stato, ovviamente, deve finanziare molte aree, in modo molto selettivo e senza lanciare una macchina da stampa”, ha osservato Kostin, aggiungendo che il bilancio federale oggi ha risorse sufficienti per sostenere l’economia russa.

Il presidente del Comitato per i mercati finanziari della Duma di Stato, Anatoly Aksakov, ha affermato in precedenza di ritenere che la Russia non sia in pericolo di default, dal momento che il Paese ha risorse sufficienti. “Non siamo in pericolo di default, perché abbiamo riserve internazionali di oro e valuta estera. Alcune di esse sono state bloccate, il che è assolutamente illegale. Ma sono sicuro che faremo causa se ci sarà una soluzione legale basata, tra le altre cose , sul diritto internazionale. Poi abbiamo un’altra parte delle riserve internazionali”, ha detto.

Il governatore della Banca di Russia Elvira Nabiullina ha dichiarato giovedì che la Russia ha tutte le risorse finanziarie necessarie, non vi è alcuna minaccia di default. “La Russia ha tutte le risorse finanziarie necessarie, non vi è alcuna minaccia di default”, ha affermato.

Secondo il ministero delle Finanze russo, al 1° febbraio 2022 il debito pubblico estero della Russia ammontava a 59,5 miliardi di dollari, compreso il debito su prestiti obbligazionari esterni – 38,97 miliardi di dollari. In totale, la Russia ha 15 prestiti obbligazionari attivi con scadenze dal 2022 al 2047.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 

autocarrozzeria mura lobina cagliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.