Russia sospende offensiva su Azovstal per levacuazione dei civili

"Questo è un grande gesto di buona volontà da parte nostra"

La Tass, l’agenzia di stampa russa, ha riportato che la Russia ha sospeso le sue attività militari intorno all’acciaieria Azovstal nella città di Mariuol, “un gesto di buona volontà per garantire l’evacuazione sicura dei civili”, ha affermato oggi il viceministro degli Esteri russo Andrey Rudenko.

“Abbiamo appena annunciato l’interruzione delle attività di combattimento nelle vicinanze dello stabilimento Azovstal di Mariupol per consentire ai civili rimasti un’uscita sicura dalla zona di combattimento”, ha detto Rudenko ai giornalisti. “Questo è un grande gesto di buona volontà da parte nostra”.

Il ministero della Difesa russo ha riferito all’inizio della giornata che a partire dalle 14:00 ora di Mosca, le forze della Russia e le formazioni armate della Repubblica popolare di Donetsk (DPR) avrebbero interrotto tutte le attività di combattimento per garantire l’uscita sicura di civili, che potrebbero essere ancora intrappolati nel territorio dello stabilimento Azovstal.

Il 21 aprile il ministro della Difesa russo, il generale dell’esercito Shoigu, ha riferito al presidente russo Vladimir Putin che le truppe russe e le forze della Repubblica popolare di Donetsk (DPR) avevano liberato la città di Mariupol. Come specificato da Shoigu, le restanti forze nazionaliste ucraine erano rintanate nel complesso siderurgico dell’Azovstal. Ha aggiunto che la Russia aveva preparato corridoi di evacuazione per i civili che potevano rimanere nei locali della fabbrica e ha dichiarato un cessate il fuoco ma nessuno è uscito dall’acciaieria.

Il ministro della Difesa russo ha anche affermato che negli ultimi giorni oltre 100 civili sono stati evacuati dal territorio adiacente al complesso siderurgico.
 
Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 
europcar cagliari 1100 × 788 px 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.