3dcc258f74fc53b7842ff87172208482 XL

Il caso Yvan Colonna scatena l'inferno

Ormai da qualche giorno, la Corsica è teatro di scontri violenti tra indipendentisti e forze dell’ordine francesi.

A scatenare la furia del popolo è stata l’aggressione in carcere di un leader indipendentista, Yvan Colonna, un pastore di Cargese, diventato militante indipendentista. Nel 1998 fu accusato di aver preso parte all’operazione di un commando che portò all’uccisione del prefetto francese Erignac, tra i personaggi più ricercati di Francia, Colonna venne incarcerato e sottoposto a regime di sorveglianza speciale.

Colonna era detenuto a Arles, in Provenza, insieme ad altri membri del commando. Il 2 Marzo sarebbe stato aggredito da un camerunense, strangolato e pestato per una decina di minuti provocando la morte cerebrale di Colonna.

La Polizia carceraria viene accusata dagli indipendentisti di non essere intervenuta per difendere Colonna, la vicenda si è trasformata in detonatore per l’esplosione delle proteste in tutta la Corsica. A Porto Vecchio, nel sud dell’isola, è stata presa d’assalto una caserma da una cinquantina di persone, mentre ad Ajaccio si sono verificati scontri feroci, con lanci di molotov e assalti a veicoli e personale della gendarmeriel’equivalente della nostra Polizia.

Gilles Simeoni, presidente del consiglio esecutivo della coalizione nazionalista che guida la Corsica dal 2017 commenta “ora è il momento che Parigi intraprenda un’azione politica forte, riconosca la dimensione storica e politica della Corsica e apra un vero dialogo con la stessa” e ancora ” questo è il culmine di una lotta condotta per diversi anni”.

Synergy system quartu
3 pensiero su “Corsica: Indipendentisti contro Governo, scontri violenti nell’isola”
  1. Hmm it seems like your website ate my first comment (it was super long) so I guess I’ll just
    sum it up what I submitted and say, I’m
    thoroughly enjoying your blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.