Anteprima articolo sito 3

Una caparra trattenuta per una vendita andata in fumo

Secondo quanto riportato da l’Unione Sarda e confermato all’ANSA dagli investigatori, Luigi Piras, accusato di omicidio volontario per avere sparato a Pisu, voleva comprare la mansarda in cui abitava e che si trova nella stessa palazzina in cui viveva la vittima.

Piras avrebbe versato all’impresario edile una cospicua caparra diversi anni fa, ma la vendita dell’immobile era saltata: la mansarda infatti sarebbe stata abusiva.

Il contenzioso tra l’inquilino e l’impresario è quindi finito in tragedia.

POWERED BY
MD monserrato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.