Anteprima carabinieri pula

Le vittime sono due 80enni

Arbus protagonista di una triste vicenda, da dieci anni, due anziani genitori, sopportavano le minacce, le violenze e le botte del figlio. Un inferno quello vissuto da due coniugi ottantenni di Arbus, terminato solo ieri con il provvedimento di allontanamento emesso nei confronti del figlio, un 50enne, e il conseguente divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai genitori.
    La vicenda è iniziata nel 2012 ma solo qualche settimana fa la mamma ha avuto il coraggio di denunciare i soprusi subiti da parte del figlio. I carabinieri della Compagnia di Villacidro, infatti, sono venuti a conoscenza dei maltrattamenti sugli ottantenni, decidendo di avviare gli accertamenti. Hanno così scoperto che il 50enne, da almeno dieci anni, tormentava i genitori e li maltrattava. In diverse occasioni avrebbe picchiato la madre, provocandole ferite poi medicate in ospedale. Ma la donna non ha mai denunciato nulla, solo con l’interessamento dei militari dell’Arma ha deciso di liberarsi dal peso e raccontare quanto stavano subendo.
    Nel giro di pochi giorni i carabinieri hanno inviato una dettagliata relazione al pool “Fasce deboli” della Procura a Cagliari che ha richiesto e ottenuto il provvedimento notificato ieri al 50enne.

Costretti a subire costanti intimidazioni, obbligati a rimanere in casa mentre il figlio utilizzava la loro auto e sperperava le loro pensioni.

Unisciti al nostro nuovo canale Telegram – Entra 

mod'elle selargius
BANNER NotizieSarde insieme a te
CLICCA SUL BANNER E CONTATTACI COMPILANDO IL MODULO OPPURE INVIANDO UNA MAIL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *