taser

Il Taser in dotazione alle forze dell'ordine italiane dal 14 Marzo

Cagliari Cronaca: Primo utilizzo del taser ieri a Cagliari. In seguito ad alcune segnalazioni, i carabinieri sono intervenuti per fermare un giovane nigeriano che, a bordo di un auto ha seminato il panico e creato diversi disagi nelle strade di Quartu Sant’Elena e Selargius.

Le forze dell’ordine hanno intercettato l’uomo nella serata di ieri a Cagliari, mentre percorreva in auto viale Elmas.

Una volta fermato, il giovane nigeriano avrebbe  prima tentato di fuggire, poi non riuscendo a ripartire con l’automobile, è sceso dalla vettura scagliandosi in modo minaccioso contro i militari tentando di aggredirli.

WebProSeo

A quel punto uno degli agenti ha estratto il taser ed ha esploso un colpo, l’uomo raggiunto alla gamba dal dardo della pistola elettrica, è rimasto immobilizzato a terra.

Sul posto sono intervenuti anche gli operatori del 118 per verificare lo stato di salute del giovane straniero, in seguito all’utilizzo dell’arma. 

L’uomo è stato poi denunciato a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale, e sanzionato per guida senza patente.

L’utilizzo del taser, in dotazione alle forze dell’ordine di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza dal 14 marzo 2022, è stato annunciato venerdì 11 marzo dal Ministero dell’Interno.

Sono 4.482 le armi ad impulso elettrico che saranno impiegate in 18 città italiane.

“L’utilizzo di tale strumento costituisce un passo importante per ridurre i rischi per l’incolumità del personale impegnato nelle attività di sicurezza pubblica” – ha dichiarato il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

“Grazie all’adozione del dispositivo, le Forze di polizia saranno in grado di gestire in modo più efficace e sicuro le situazioni critiche e di pericolo” conclude.

Grazie per aver letto il nostro articolo, resta sempre aggiornato, non perderti le ultime notizie.

Seguici anche su…

BANNER NotizieSarde insieme a te
CLICCA SUL BANNER E CONTATTACI COMPILANDO IL MODULO OPPURE INVIANDO UNA MAIL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *